31 maggio 2016 / 31. maj 2016

V hribe z otroki
In montagna coi bambini

V hribe z otrokiDvojezični vodič »V hribe z otroki« je izšel pri čedajški zadrugi »Most«. Gre za opis enajndvajsetih družinskih pohodov v Kanalski dolini, Reziji, Benečiji in Zgornjem Posočju. Avtorice so Sara Baroselli, Erica Beltrame in Francesca Tosolini. Številni starši nosijo svoje malčke, stare šele nekaj mesecev, po hribih in dolinah, gozdovih in travnikih s pomočjo posebnih nahrbtnikov in nosilk in potem to navado nadaljujejo, ko otroci zrastejo in lahko že hodijo sami. O tem priča tudi uspeh, ki ga ima stran na facebooku »Camminare coi bambini in Friuli e dintorni« (Hoditi z otroki v Furlaniji in soseščini), ki je nastala junija 2015 na pobudo treh pohodniških mamic na osnovi poti, ki so jih neposredno izkusile same. Med desetinami pohodov se mnogi odvijajo na delu Furlanije, kjer je navzoča slovenska narodna manjšina, nekatere poti so celo v sosednji Zgornji dolini Soče v Sloveniji. Kanalska dolina, Rezija, Benečija (Terske in Nediške doline), vsi ti kraji nudijo poleg lepote svojega ozemlja in neokrnjene narave še izredno kulturno bogastvo. Iz tega je vzniknila zamisel o tej knjigi. »Izbrali smo dvajset lahkih pohodov, ki ne zahtevajo veliko truda, ki niso posebno nevarni in nudijo tudi možnost zabave. Kadar namreč gremo na pohod z otroki, moramo najprej pomisliti na njihovo prednostno zaposlitev, na igro! Malčki se na poti dolgo zadržujejo, še mar jim ni za cilj, pritegnejo pa jih stvari, ki se jim postavijo pred oči: potok, ki žubori pod brvjo, drevesne korenine, cvetice, goba, velikansko mravljišče, lazar, ki se počasi vzpenja na skalo, veverica, ki švigne med vejami, drobne gozdne jagode, maline in borovnice, ki jih je treba okusiti… Na te stvari odrasli pohodnik polaga zelo malo pozornosti ali pa jih sploh spregleda, ves predan osvajanju vrha. Tudi veliki alpinisti, tisti, ki se podajo na najbolj nemogoče stene, so zaupno povedali, da so enostavne steze drugače ocenili, ko so ponovno stopili nanje s svojimi otroki. Če bomo torej upoštevali zahteve naših otrok in bomo skupaj uživali v bogastvu, ki ga ponuja ekosistem, bo naš pohod zanesljivo vsem v zadoščenje. Nič ni boljšega kot se veseliti z otrokom ob novih odkritjih in gledati stvari z njegove perspektive,« beremo v uvodu. Opisani pohodi so Rabeljsko jezero, Dom Zacchi nad Belo pečjo, Iz Žabnic do Belopeškega jezera (s kolesom), Planina Vrtinji Log, Dolina Zajzera, Dom Grego na sedlu Rudni vrh, Dom Pellarini na Velikem Nabojsu, Dom Nordio-Deffar/Sedlo Dolinice in Planina Priu v Kanalski dolini; Ta lipa pot na Solbici in Ta par Tigu v Reziji; Joanac nad Čeniebolo, Medvedja vas/Villaggio degli orsi a Stupizza, Vrh Matajurja, Marsinska planina, Sveti Martin, Na Kolovrat s Solarij, Slap Kot (Podutana) in Na Staro goro preko Pikona v Benečiji; Slap Kozjak (Kobarid) in Tolminska korita v Posočju. Pohdodniške mamice pozivajo: »Ljubitelji pohodništva ne odvrzite gojzarjev in nahrbtnika v klet, ko postanete starši, pač pa se opremite, da boste v hribe peljali tudi svoje otroke od najbolj rosnih let dalje. Svoje ekskurzije boste doživeli na nov način in boste z novimi očmi gledali na čudovite predstave, ki jih nudi narava, namreč z očmi svojih otrok, ki vas bodo pogosto opozorili in vam pokazali stvari, ki jih prej še opazili niste!«

La guida bilingue «V hribe z otroki/In montagna coi bambini» è edita dalla cooperativa cividalese «Most». A costituire la pubblicazione sono 21 camminate per famiglie in Valcanale, Val Resia, Slavia Friulana ed Alta Valle dell’Isonzo. Le sue autrici sono Sara Baroselli, Erica Beltrame e Francesca Tosolini. Molti genitori portano i propri piccoli, di solo alcuni mesi, per monti e valli, boschi e prati servendosi di particolari zaini e marsupi e proseguono poi con quest’abitudine quando i bimbi crescono e sanno già camminare da soli. A testimoniare questo è anche il successo riscosso dalla pagina Facebook «Camminare coi bambini in Friuli e dintorni», sorta a giugno 2015 su iniziativa delle tre mamme camminatrici, che sono partite dai percorsi su cui si sono direttamente cimentate. Delle decine di camminate, molte si snodano per la parte del Friuli dove è presente la minoranza linguistica slovena; alcuni percorsi si trovano addirittura nella vicina Alta Valle dell’Isonzo in Slovenia. Valcanale, Resia e Slavia Friulana (Valli del Torre e del Natisone) – tutti questi luoghi offrono, oltre alla bellezza del paesaggio e ad una natura incontaminata, anche una straordinaria ricchezza culturale. Da ciò è scaturita l’idea di questo libro. «Abbiamo selezionato una ventina di percorsi facili, poco faticosi, senza particolari pericoli e con possibilità di divertimento. Quando si va a camminare con i bambini, infatti, occorre pensare alla loro occupazione primaria, che è giocare! I piccoli indugiano lungo il cammino, non si preoccupano di dover raggiungere una meta, ma sono attratti dalle cose che si presentano loro sotto gli occhi: il ruscello che scorre sotto il ponticello, le radici degli alberi, il fiore, il fungo, il formicaio gigante, la lumaca che lentamente scala una roccia, lo scoiattolo che sfreccia tra i rami, le fragoline, i lamponi e i mirtilli da gustare… Cose che l’escursionista adulto, tutto preso dalla conquista di una cima, degna di scarsa attenzione o ignora del tutto. Anche i grandi alpinisti, quelli che scalano le pareti più impervie, hanno confidato di aver rivalutato i sentieri semplici dopo esserci andati coi propri figli. Se teniamo in considerazione le esigenze dei nostri bambini e godiamo assieme a loro le ricchezze che l’ecosistema offre, la camminata sarà di sicuro soddisfacente per tutti. Non c’è di meglio del gioire col bambino delle sue nuove scoperte e del vedere le cose dalla sua prospettiva» si legge nell’introduzione. Le camminate descritte sono al Lago del Predil, al Rifugio Zacchi sopra Fusine, da Camporosso al Lago Inferiore di Fusine (in bici), alla malga della Val Bartolo, in Val Saisera, al Rifugio Grego a Sella Somdogna, al Rifugio Pellarini sul Nabois Grande, al Rigugio Nordio-Deffar/Sella di Lom e alla Malga Agriturismo Priu in Valcanale; sulla Ta lipa pot a Stolvizza e a Tigo Valle Rio Nero in Val Resia; al Monte Joanaz sopra Canebola, al Villaggio degli Orsi a Stupizza, al Monte Matajur, alle Malghe di Mersino, a San Martino, al Monte Colovrat da Solarie, alla Cascata Kot, (San Leonardo) e a Castelmonte da Picon nella Slavia Friulana; alla Cascata Kozjak (Kobarid) e alla Gole di Tolmino nella Valle dell’Isonzo. Le mamme camminatrici esortano: «Appassionati delle camminate, quando diventate genitori non abbandonate scarponi e zaino in cantina, ma attrezzatevi per portare in montagna anche i bimbi fin dalla più tenera età. Vivrete le vostre escursioni in modo nuovo e gusterete lo spettacolo della natura attraverso occhi nuovi, quelli dei vostri figli, che spesso vi faranno vedere e notare aspetti dei quali mai vi siete accorti prima!»

 

Sara Baroselli – Erica Beltrame – Francesca Tosolini

V hribe z otroki – In montagna coi bambini

Čedad 2015
Založba: Most società cooperativa a r.l.
94 str.
Cena: 10,00 evrov

 

Sara Baroselli – Erica Beltrame – Francesca Tosolini

V hribe z otroki – In montagna coi bambini

Čedad – Cividale del Friuli 2015
Editore: Most società cooperativa a r.l.
Pagine: 94
Prezzo: 10,00 euro