Velocità folle sulle strade_Prehitro po rečanskih dolinah

Le provinciali numero 45 della Val Cosizza (Azzida-Drenchia) e 47 della Val Erbezzo (Merso di Sopra-Stregna) non sono piste da formula uno e nemmeno autostrade. Sono semplici strade di fondovalle. Eppure troppi vi scaricano a terra, soprattutto nei tratti rettilinei, tutti i cavalli di potenza dei propri autoveicoli. Mettendo a repentaglio l’incolumità propria, degli altri automobilisti e dei pedoni, considerato che le arterie attraversano numerosi centri abitati.
L’amministrazione comunale di San Leonardo è preoccupata per la situazione sul proprio territorio, specie per i tratti tra Merso di Sopra e Zamir, sulla 47, nonché Scrutto e Postacco, sulla 45. «Constatiamo che alcuni corrono senza mezze misure, ignorando i limiti di velocità e altre norme del Codice della strada. Di conseguenza il pericolo è costante per gli stessi guidatori ad alta velocità, per gli automobilisti prudenti e per i cittadini che vanno a piedi. Ogni giorno si mettono a repentaglio vite umane. Nei paesi abitano bambini e anziani», afferma il sindaco di San Leonardo, Antonio Comugnaro.
Il Comune corre ai ripari. «Abbiamo fatto un sopralluogo con il responsabile delle strade e abbiamo già provveduto a collocare dissuasori a vibrazione all’altezza dell’asilo in direzione di Stregna e all’ingresso di Merso nella direzione opposta – fa sapere il primo cittadino –. Poi abbiamo sollecitato la Provincia di Udine, che ha competenza su quella viabilità, a prendere misure per la sicurezza, a fare uno studio e trovare i rimedi più appropriati».
Comugnaro vedrebbe bene l’installazione di semafori dissuasori, quelli che fanno scattare il rosso se il veicolo supera i limiti di velocità. «Purtroppo costano ottomila euro a palo. Noi non abbiamo i fondi necessari e la Provincia non ne prevede l’installazione», dice. In ogni caso, conclude, «la prima misura di sicurezza resta il senso di responsabilità degli automobilisti. A loro faccio appello perché non è proprio il caso di rischiare la vita propria e altrui per guadagnare qualche secondo sui tempi di percorrenza o addirittura per delle bravate».

Pogosto po cestah Nadiških dolin se ljudje hitro vozijo, čeprav so ceste ozke. To je zelo nevarno za vse avtomobiliste in za ljudje, ki se poteh cestah sprehajajo.

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp