Novo srce za vas Subid_Un cuore per il paese di Subit

8SubidÈ vero, al momento le strutture «Lipa» («Al Tiglio») e «Belvedere», a Subit di Attimis/Subid, sono sottoutilizzate. Ma l’amministrazione comunale di Attimis/ Ahten, che ne è proprietaria, ha una visione di sviluppo per le due realtà. Dal punto di vista del sindaco, Sandro Rocco, un ruolo principale dovrebbe giocarlo il centro Lipa, che, coi suoi 8 posti letto con bagni privati e l’area bar, potrebbe fungere sia da locale di pernottamento sia da esercizio pubblico nei fine settimana. Per le sue caratteristiche, la struttura Al Belvedere sarebbe maggiormente adatta, invece, per gruppi parrocchiali o comitive di scout.

Rocco spiega: «Secondo me per le due strutture, rivolte a target di utenza un po’ diversificati, vanno concepiti due diversi bandi». Come detto, l’attenzione maggiore è rivolta al centro Lipa: «In prospettiva era stato fatto un ragionamento con la comunità, che avvertiva l’esigenza della nascita di un servizio pubblico; nello specifico, era stato chiesto alla Pro loco se volesse farsene carico. L’idea riprendeva quanto già avviene a Porzus/Purčinj, dove i locali dell’ex scuola elementare e dell’ex latteria, di proprietà comunale, sono gestiti dalla Pro loco Amici di Porzus. Ora si sta ragionando circa un bando pubblico, per verificare se ci sia l’interesse di privati a gestire la struttura assumendosi, in tal modo, un rischio d’impresa».

L’idea sarebbe quella di far nascere un esercizio pubblico aperto nei fine settimana, che funga anche da punto di ritrovo per la comunità, andando oltre quella che è stata un’esperienza non totalmente positiva come quella dell’albergo diffuso gestito da «Vetrina del territorio».

6Centro Lipa Subit«Va detto – puntualizza il Sindaco di Attimis – che ci sarebbero degli investimenti da effettuare nella struttura, perché, ad esempio, la cucina non risponde ancora alle esigenze dell’utenza. Ma i ciclisti e gli escursionisti sui sentieri mantenuti dalla Pro loco di Subit sono tanti e sarebbe opportuno che trovassero un punto di accoglienza. Per questo, a fronte di un investimento privato, la mia amministrazione sarebbe disposta a venire incontro con un canone di locazione calmierato». Secondo il sindaco di Attimis i locali pubblici costituiscono un elemento essenziale per un decollo turistico e la loro carenza penalizza un po’ tutta la zona delle Valli del Torre, dove però operano alcune attività che lanciano segnali di speranza: «I punti di ristoro fissi scarseggiano in tutte le zone alte della fascia pedemontana. Anche se negli ultimi anni si stanno affermando eccezioni notevoli. Ad esempio, la capacità messa in campo nella vicina Prossenicco da alcuni coraggiosi operatori privati nel settore della ricettività sarebbe da replicare». (Luciano Lister)

Ahtenska občinska uprava si kot lastnica prizadeva za vrednotenje domov Al Belvedere in Lipa, ki se nahajata v Subidu in nista popolnoma izkoriščena. Župan Občine Ahten Sandro Rocco sicer misli, da bi v Subidu osrednjo vlogo lahko perspektivno igral dom Lipa, ki šteje 8 ležišč in ponuja stranišče v vsaki sobi, jedilnico in morebitni prostor za bar. Dom Al Belvedere bi pa lahko še posebej ustrezal potrebam skavtskih skupin.

Da bi oba domova vrednotila, naj bi ahtenska občinska uprava v prihodnjem objavila dva različna razpisa. Po mnenju župana Sandra Rocca naj bi najboljša rešitev bila, če bi dom Lipa prevzel v najem nek zasebnik. V domu bi ta lahko ponujal možnost prenočitve; ob koncih tedna bi pa lahko tudi odprl javni lokal, ki bi lahko postal referenčna točka za celotno skupnost. Preden bi dom Lipa lahko odprli javnosti, naj bi v stavbi sicer bilo treba izvesti nekatere posege. Če bi si morebitni najemnik prevzel to skrb, naj bi Občina Ahten kot lastnica bila pripravljena znižati najemnino.

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp