Največ staršev za dvojezično šolo_La più scelta è la scuola bilingue

La maggioranza delle famiglie nelle Valli del Natisone sceglie per i propri figli l’istruzione bilingue italiano/sloveno. Stando alle preiscrizioni al prossimo anno scolastico 2023/2024, infatti, oltre il 51,4 per cento degli allievi della scuola per l’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado da settembre frequenterà l’istituto comprensivo statale «Paolo Petricig» di San Pietro al Natisone.

Nella scuola dell’infanzia, che comprende anche una sezione «primavera », la percentuale dei bambini per i quali i genitori hanno scelto l’istruzione bilingue è addirittura del 67,3 per cento (comunque oltre il 65 per cento se non si tiene conto dei piccolissimi della «primavera»), alla primaria è del 51,3 per cento e alla secondaria di primo grado è del 43,2 per cento.

Al comprensivo «Petricig» non nascondono la soddisfazione. Saranno ben 24 i bambini al primo anno dell’asilo bilingue dell’Istituto comprensivo e a questi vanno aggiunti gli 8 piccolissimi preiscritti alla sezione primavera, che può accogliere un massimo di 10 bambini (e ci si attende che anche gli ultimi due posti disponibili vengano coperti entro settembre). Nella scuola dell’infanzia bilingue da settembre ci saranno anche 13 bambini nel secondo anno e 23 nel terzo. La scuola primaria, secondo le preiscrizioni, conterà 16 alunni in prima, 13 in seconda, 21 in terza, 23 in quarta e 23 in quinta. Alle medie inferiori ci saranno per la prima volta due sezioni per ogni classe, dato che gli studenti preiscritti sono 29 per la prima classe, 24 per la seconda e 30 per la terza. Stando alle preiscrizioni, l’Istituto comprensivo bilingue nel prossimo anno scolastico sarà frequentato da 247 allievi, sette in meno rispetto all’attuale.

Dando un’occhiata agli altri dati, si nota che l’asilo monolingue di Pulfero è ormai ridotto al lumicino e non possono stare allegri nemmeno a Merso Superiore, dove è in difficoltà per numero di preiscritti anche la scuola media inferiore.

Particolare attesa c’era per le preiscrizioni all’istituto comprensivo di Tarvisio, dove a settembre partirà la sperimentazione ufficiale dell’insegamento trilingue (italiano, sloveno e tedesco) nelle prime classi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Ebbene, la precentuale di adesione alla sperimentazione è addirittura del 94,25 per cento. In pratica, su 87 preiscritti hanno rinunciato a sloveno e tedesco solo 5 allievi: 4 delle medie inferiori e uno delle elementari di Tarvisio.

La faccia negativa della medaglia è rappresentata dal fatto che nel corrente anno scolastico è partito solo il 13 febbraio l’insegnamento extracurricolare di sloveno e tedesco, introdotto fin dal 2017-2018 a Ugovizza e successivamente anche a Tarvisio per volontà delle rispettive amministrazioni comunali. (U. D.)

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp