12 Gennaio 2023 / 12. januar 2023

»Naš kolindrin« z alpinci iz Rezije
«Naš kolindrin» cogli alpini di Resia

Dall’idea di Daniela Negro, che ne creò alcuni in stoffa, e di Silvana Paletti, che stampò i primi su carta, 34 anni fa è nato il Näš kolindrin – Calendario resiano, che dal 1992 è realizzato dal Circolo culturale resiano Rozajanski dum.

Per l’edizione 2023 il Circolo ha collaborato con l’Associazione nazionale alpini – Sezione di Udine – Gruppi di Resia, Oseacco e Stolvizza. Lo scorso anno, infatti, ricorreva il 150° anniversario dalla fondazione, nel 1872, del Corpo degli alpini, mentre quest’anno a Udine si terrà la 94ª adunata nazionale dell’Associazione nazionale alpini. Tra l’altro al circolo, non molto tempo fa, era stato chiesto di collaborare alla realizzazione di una pubblicazione sull’attività di uno dei tre locali gruppi Ana, ma ciò non ha trovato compimento.

Per questi motivi il circolo ha dedicato il calendario resiano Näš Kolindrin 2023 a tutti gli alpini di Resia che nel 2017, per il loro impegno civile, hanno ricevuto il premio alpino Sella Buia di Stolvizza, capogruppo Buttolo Antonio per evidenziare, a cento anni dalla tragedia della prima grande guerra, lo spirito di solidarietà e di servizio che negli anni gli appartenenti a questo amato corpo militare ed in particolare i nostri alpini facenti parte dei gruppi della Val Resia, hanno sempre dimostrato ». All’interno del calendario, oltre alle immagini dei momenti di impegno, vi sono parti di un’intervista in resiano ad Antonio Buttolo, capogruppo di Stolvizza. Martedì, 27 dicembre, in Biblioteca comunale a Stolvizza, a presentare il calendario 2023 è stato Sandro Quaglia, presidente del circolo Rozajanski dum.Oltre ai locali capigruppo alpini ha presenziato anche la sindaca di Resia/Rezija, Anna Micelli, che ha ricordato l’importanza del mantenimento di lingua e cultura locali anche attraverso il lavoro del Circolo. A nome dei tre gruppi alpini attivi a Resia, Antonio Buttolo ha ringraziato il sodalizio per il coinvolgimento.

Per ricordare le precedenti edizioni, fino a fine gennaio in biblioteca comunale a Stolvizza è aperta una mostra di tutti i calendari realizzati negli anni.