14 Febbraio 2020 / 14. februar 2020

Da bi ovrednotili rezijanske pesmi
Più vita ai canti di Resia

Musi – Ta lipa, ki spi/La bella addormentata (fotografo/fotograf: Marco Di Lenardo)

La Val Resia spicca per il suo ricco repertorio di canti e narrativa popolare. L’assessorato alla Cultura della Regione Friuli-Venezia Giulia ha accolto e finanziato il progetto Tradizione viva/Žïwa nawada. Canti e leggende della Val Resia, presentato dall’associazione culturale Museo della gente della Val Resia.

Il progetto prevede la ricerca, la promozione e la valorizzazione, anche a fini divulgativi e turistici, di due aspetti del patrimonio immateriale della Val Resia: quello del canto tradizionale e quello della narrativa di tradizione orale, in uno spirito di collaborazione, confronto, sostegno e scambi con le tre comunità storiche dell’arco alpino (italiano, sloveno, austriaco). Il progetto sarà sviluppato congiuntamente da due realtà: il Gruppo corale femminile del Gruppo folkloristico Val Resia e l’associazione culturale Museo della gente della Val Resia.

Il Gruppo corale s’incontra settimanalmente da tre anni per riscoprire, studiare e riproporre, nella loro forma originale, i canti della tradizione popolare locale. Il mantenimento dell’originalità dei canti è conosciuto a livello internazionale, tanto che il gruppo si è esibito in ambienti accademici prestigiosi, come il Conservatorio di San Pietroburgo, l’Accademia delle Scienze e delle Arti di Lubiana, al Rožni Festival – etno vokalnih skupin a Lubiana. Ha partecipato anche a numerosi eventi culturali, alla realizzazione del Cd Rezija vësala nonché prodotto il Cd Progetto tradizione viva. Negli anni il Gruppo corale ha documentato, tramite registrazioni audio e video, le manifestazioni spontanee legate al canto e alla musica.

Il nuovo progetto Tradizione viva/Žïwa nawada. Canti e leggende della Val Resia prevede più azioni: la raccolta delle espressioni orali mediante la registrazione audio e video di canti spontanei, per poi creare una mediateca; la divulgazione del patrimonio orale con l’organizzazione di concerti in Friuli-Venezia Giulia e non solo, l’allestimento di una mostra tematica e la stampa di una pubblicazione; la divulgazione in rete di un video promozionale; incontri settimanali tra i giovani che riscoprono il canto popolare e laboratori didattici; il confronto con altre realtà popolari tramite l’organizzazione di un convegno sul canto tradizionale nell’arco alpino orientale nonché un open day mensile, al quale chiunque potrà partecipare agli incontri di canto popolare. (Sandro Quaglia)

Odborništvo za kulturo Dežele Furlanije-Julijske krajine bo financiralo projekt z naslovom Žïwa nawada. Pesmi in legende doline Rezija, ki ga je predlagalo kulturno društvo Muzej rezijanskih ljudi.

V okviru projekta, ki ga bosta izvajala društvo Muzej rezijanskih ljudi in Ženski pevski zbor Folklorne skupine Val Resia, bodo raziskovali in vrednotili krajevno tradicionalno petje in ustno izročilo. Pri tem bodo upoštevali skupnosti, ki so na tem prostoru doma v alpskem svetu: italijansko, slovensko in avstrijsko.