12 Luglio 2019 / 12. julij 2019

Un filo tra Masarolis e Azzida
Nit med Mažeruolami in Ažlo

Anche quest’anno a Masarolis/Mažeruola, frazione montana del comune di Torreano, fervono i preparativi in vista della ricorrenza della Madonna del Carmine. Anche se da calendario cadrebbe martedì, 16 luglio, la festa sarà celebrata domenica 21 – stavolta nel segno di una ricorrenza particolare.

Sebbene la chiesa paesana sia intitolata a Santa Maria ad Nives, che ricorre il 5 agosto, la comunità di Masarolis è molto devota alla Madonna del Carmine – perché in paese è conservata una sua statua lignea molto preziosa, che proprio quest’anno compie 120 anni. Risale, infatti, al 1899.

La tradizione locale vorrebbe che nella festa del Carmine fosse proprio questa statua, che pesa oltre due quintali, a essere portata in processione sotto un baldacchino. La struttura, però, è piuttosto antica e potrebbe non reggere gli oltre due quintali di peso della statua. La comunità paesana, oltretutto, non è immune alle dinamiche che affliggono la zona montana; anche Masarolis, infatti, è un paese di emigranti. Fino a pochi decenni fa erano in molti a rientrare in paese per la festa della Madonna del Carmine; oggi gli emigranti che rientrano sono meno e l’età media della popolazione è aumentata; vengono meno anche i giovani e, con essi, le forze per portare in processione la statua.

Grazie a un’idea del diacono Leopoldo Pantarotto, però, la processione si svolgerà lo stesso. Pantarotto, infatti, che è molto devoto alla Madonna del Carmine, ha verificato la possibilità di ottenere in prestito per l’occasione la statua della Madonna del Carmine conservata nella chiesa di Azzida/Ažla.

Si tratta di una statua lignea ordinata a Ortisei nel maggio 2015 da Valentina e Angelina Petricig di San Pietro al Natisone/Špietar, poi donata alle comunità delle Valli del Natisone. Il 26 luglio 2015, nel corso della celebrazione della festa della Madonna del Carmine nella chiesa di Azzida, è stata benedetta da mons. Pasquale Pressacco. Tuttora è ospitata nella chiesa di Azzida, dove è riferimento per l’incontro di preghiera del lunedì sera, incentrato sulla devozione carmelitana.

Quest’anno, domenica 21 luglio alle 11.00, a Masarolis sarà celebrata la santa Messa solenne, durante la quale saranno intonati anche alcuni canti tradizionali sloveni. Alle 15.00 seguiranno i Vesperi e verso le 16.00 la processione, che vedrà la Madonna del Carmine prestata dalla comunità di Azzida portata in processione dai ragazzi, mentre quella di Masarolis sarà esposta in chiesa. Nel corso della giornata a Masarolis non potranno ovviamente mancare l’offerta gastronomica, musica e intrattenimento per tutti. (Luciano Lister)

V Mažeruolah se spet pripravljajo na praznik Karmelske Matere Božje. V majhni gorski vasi nad Tauarjano se bodo letos praznovanja odvijala v nedeljo, 21. julija.
Letos bo skupnost obeležila pomembno obletnico. Kljub temu, da je vaška cerkev posvečena Mariji Snežni, je možerska skupnost zelo navezana na Karmelsko Mater Božjo, saj ohranjajo v vasi leseni kip Marije z Detetom iz leta 1899. Kip je tako letos star 120 let.

Po stari navadi bi v nedeljo, 21., morali iti v procesiji po vasi. Kip pa tehta dva stota in tvega, da bi se pokvaril. Ob tem je treba upoštevati, da so tudi Mažeruola vas izseljencev. Do pred nekaterimi desetletji se je veliko izmed njih v vas vrnilo prav pred praznikom Karmelske Matere Božje. Dandanes se v vas za praznik vrne manj izseljencev in tako pogrešajo mlajše moči, saj v vasi je malo mladih.
V procesiji bodo vsekakor tudi letos šli s kipom, ki so jo na pobudo diakona Leopolda Pantarotta izposojali iz Ažle. Stari možerski kip bo kot vsako leto okrašen in postavljen v cerkvi.

V nedeljo, 21. julija, bodo tako v možerski cerkvi ob 11.00 darovali slovesno sveto mašo, med katero bodo zapeli tudi domače slovenske pesmi. Ob 15.00 bodo večernice, ob 16.00 pa tradicionalna procesija s kipom iz Ažle.

Seveda bodo ves dan vse razveselili domače dobrote in glasba.