29 Novembre 2019 / 29. november 2019

Šport v Reziji skozi čas
Lo sport a Resia nel tempo

Anche per il 2020 il Circolo culturale resiano Rozajanski Dum è riuscito a realizzare il calendario resiano Näš kolindrin 2020. La nuova edizione del calendario, che ogni anno tratta diverse tematiche riguardanti la Val Resia, è dedicata a tutti gli sportivi e tifosi resiani. Col tema »Šport tu-w Reziji/Lo sport in Val Resia« si è voluto approfondire con testi ed immagini, per quanto possibile, l’attività sportiva in Val Resia dal 1956 – anno di costituzione della prima squadra di calcio resiana regolamentare – al 1991, – anno successivo al Campionato mondiale di calcio del 1990. Si svolse in Italia dall’8 giugno all’8 luglio e si concluse con la vittoria della Germania Ovest, che sconfisse in finale l’Argentina per 1-0. Il campionato coinvolse, animatamente, anche molti tifosi valligiani.

Grazie a una piccola ricerca è emerso che l’ inizio dell’attività calcistica a Resia risale ai primi anni ’50, quando non esisteva ancora neanche una vera e propria squadra né tantomeno un campo di calcio regolamentare. Gli appassionati si radunavano su grandi terreni che all’epoca erano ancora utilizzati per il foraggio, ove si approntava in modo estemporaneo il terreno da gioco. A volte ciò avveniva con la massima disapprovazione dei proprietari, che intervenivano – facendo correre loro i calciatori. Le partite si disputavano in località Tigo per i giovani di San Giorgio, in località ta-pod Kotlon per quelli di Prato, in Rob per i giocatori di Oseacco e in località Aća per Stolvizza.

Oltre a emozionanti immagini, all’interno vi sono parti di un’intervista in resiano a Gino Buttolo, che per molti anni ha militato come calciatore nella squadra di calcio della Val Resia. I testi in italiano sono tratti dai volumi Pagine di Storia – Resoconti di vita resiana (1951-2000). Gli autori Aldo Madotto e Luigi Paletti descrivono il susseguirsi di eventi e iniziative che, durante i 35 anni presi in considerazione, si realizzarono per incentivare le varie discipline sportive anche in Val Resia. Per realizzare questa edizione il Circolo ha collaborato attivamente con l’Associazione sportiva dilettantistica «Val Resia». Il calendario, la cui stampa è stata finanziata dalla Regione Friuli Venezia Giulia con contributo della Legge regionale 26/2007 di tutela della minoranza linguistica slovena, sarà spedito alle famiglie di Resia e a molti resiani che abitano fuori valle. (Sandro Quaglia)

Litos te rozajonski kultürski čirkolo Rozajanski Dum naredil isi kolindri Naš kolindrin 2020 za spomanot wse športnike ano rozajonske jüdi, ki radë dilajo ano ledajo šport.

Somo pa napïsali kej od štorje od športa tu-w Reziji od lëta 1956, ko so ǵalo orë to pyrwo škwadro za iret balun, dardo lëta 1991, ko tu-w Laški se rivel »Campionato mondiale,« tu ki Ǵarmonija Ovest na irala küntra Argentine ano na wodonjola 1-0. Ta-na isamo kolindrino so litratavi norëd itadej ano somo kej pa pobarali Ǵina Buttola, ki karjë lit an odyl iret balun pa ziz to rozajonsko škwadro. Tö ki to jë napïsano po laški somo prawzeli z lïbrinow Pagine di storia – Resoconti di vita resiana (1951-2000), ki sta napïsala rejnik Aldo Madotto ano Luuǵi Paletti.