Šeststo dijakov 18. aprila v Dreki_600 studenti il 18 aprile a Drenchia

SolarjeOb stoletnici prve svetovne vojne bo šesto dijakov višjih srednjih šol iz cele Italije v soboto, 18. aprila, obiskalo Dreko v sklopu vsedržavne delavnice “Iz velike vojne v veliki mir”, ki jo prireja veliko število organizacij in društev. Dijaki si bodo na Kolovratu ogledali jarke prve svetovne vojne in na Solarjeh pa spomenik prvemu padlemu italijanskemu vojaku. Občina Dreka bo za to priložnost dala speči in djiakom ponudila “Gubanco za mir”. (Več v tiskani izdaji Doma)

Sabato 18 aprile seicento ragazzi delle superiori, provenienti da tutta Italia, raggiungeranno Drenchia e si inerpicheranno fino alle trincee della parte slovena per poi ridiscendere e rendere omaggio al monumento in memoria di Riccardo Giusto, il primo soldato caduto nella Prima guerra mondiale. L’amministrazione di Drenchia intende coronare l’evento commissionando due grandi gubane, le gubane della pace, e organizzando un rinfresco coinvolgendo la comunità, le autorità e i ragazzi del meeting. Drenchia, con Monfalcone, Sagrado, Savogna d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, Gorizia, e in Slovenia Nova Gorica e Tolmin saranno, infatti, teatro il 17 e il 18 aprile del «Meeting di pace nelle trincee della Grande Guerra», un evento organizzato per ricordare i cento anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale con l’auspicio di dare inizio al tempo della Grande pace. Protagonisti del Meeting, che è parte integrante del Programma nazionale di educazione alla cittadinanza democratica «Dalla grande guerra alla grande pace», relativo all’anno scolastico in corso, saranno i giovani, per i quali si prefigura un momento didattico e «progettuale forte – come si legge sul sito internet –, in cui confrontarsi, imparare, elaborare progetti e assumere impegni concreti assieme a studenti e insegnanti provenienti da tutta Italia». L’evento, che catalizzerà in regione circa tremila giovani, si aprirà a Udine il 17 aprile. (L’articolo completo è pubblicato sull’edizione cartacea del Dom)

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp