14 Febbraio 2022 / 14. februar 2022

Iz Brezij v Evropo po zaslugi juda
Da Montemaggiore con lo judo

Silvano Cracina

È stato spesso in giro per il mondo, Silvano Cracina. La sua passione per il judo lo ha portato in molte città dell’Europa.

Per diverso tempo, infatti, il montemaggiorino ha praticato judo con la società Judo Kuroki di Tarcento. «Nella mia carriera ho avuto discreti risultati quando ero giovane. Sono stato in giro per l’Europa, partecipando a diverse competizioni», ricorda col sorriso. «Certo, a volte ho portato a casa anche qualche osso rotto o qualche problema a una spalla».

Il judo (che in giapponese vuol dire «via della cedevolezza») è un’arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale giapponese formalmente nato in Giappone nel 1882. Nella sua pratica si distinguono tre fasce d’età: junior, che va fino ai 21 anni; senior, fino ai 35 anni e master, dai 35 anni in su.

Silvano al momento non lo pratica più a causa di altri impegni. «L’ultimo risultato degno di nota che ho conseguito è stato un tredicesimo posto nella categoria 100 kg ai Master europei a Stoccarda, nel 2006. Poi ho conseguito un secondo posto a un torneo internazionale a Budapest, ma non a campionati nazionali o internazionali». Altri buoni posizionamenti conseguiti da Cracina sono un secondo e un terzo posto alla Coppa Italia, campionati italiani cui non partecipano esponenti delle forze dell’ordine. «Ho portato a casa un secondo posto juniores e un terzo posto senior. Questi sono i più importanti. Ho vinto anche tanti tornei, ma che hanno un altro peso», spiega Silvano.

«Ce ne sono alcuni particolarmente significativi, come quelli di Parigi o Roma, a cui consegui punteggi che poi ti danno la possibilità di accedere alle Olimpiadi. Ma diciamo che i tornei di cui parlo io, ad esempio a Barcellona o Milano, non avevano la stessa importanza».

Il torneo che viene organizzato ogni anno a Tarcento, invece, è inserito nel panorama europeo e mondiale, per cui vi partecipa anche chi magari va alle Olimpiadi. «Anche io in passato vi ho partecipato», ricorda Silvano.

Questi tornei hanno, comunque, dato modo a Silvano di viaggiare. «Sono stato a Grenoble, in Francia, o a Brno e Praga in Repubblica Ceca».

Ma ben impressa è rimasta l’esperienza ai Master europei di Stoccarda. «Quando sono stato là, ci siamo fermati due giorni. Ho vinto due incontri e ne ho perso uno con un tedesco, uno con un moldavo e uno con un russo. Non sono più stato recuperato, ho terminato con un tredicesimo posto». L’ultima gara cui Silvano ha partecipato è stata a Faedis, dove allenava una piccola squadra. «È finita come finisce tra amici, senza vinti né vincitori».

La passione di Cracina per il judo ha radici lontane nel tempo. «Lo pratico da circa quarant’anni. Quando ho iniziato, avevo 16 anni. Mi sono sempre allenato a Tarcento con la società Judo Kuroki». Proprio l’anno scorso il sodalizio ha compiuto 40 anni.

Tra l’altro Silvano, che ha 55 anni e lavora in fonderia a Reana, insieme alla sua compagna Mateja Markočič, di 40 anni, qualche tempo fa ha portato una ventata di freschezza a Montemaggiore. Da qualche anno, infatti, abitano stabilmente in paese, dove circa un anno e mezzo fa hanno avuto il piccolo Lukas. Anche nella nuova famiglia non manca il dialetto sloveno. (Luciano Lister)

Dober izgovor, da je lahko potoval po Evropi, je za Brežan Silvano Cracina bi, da se ukvarja z judom. S to športno panogo se ukvarja že skoraj 40 let, saj je začel ko je bil star 16 let.

Judo je borilni šport, pri katerem se poskuša nasprotnika s prijemi in meti vreči na hrbet. Po izvoru je iz Japonske, kjer se je uradno rodil leta 1882. Beseda judo v prevodu pomeni »pot prilagodljivosti«.

Tekmovanja organizirajo za tri starostne kategorije: za judoiste do 21 let (junior), za tiste do 35 let (senior) in za tiste od 35 let naprej.
Silvano Cracina je doslej vedno tekmoval v dresu društva Judo Kuroki iz Čente. Trenutno se z judom ne ukvarja zaradi drugih obveznosti, a se je v preteklosti udeležil raznih tekmovanj. Na primer je bil v Grenoblu v Franciji ter v Brnu in Pragi na Češkem. Enkrat je osvojil drugo mesto v okviru mednarodnega tekmovanja v Budimpešti; na pokalu Coppa Italia se je pa uvrščal tako na drugo kot na tretje mesto. V lepem spominu mu je še posebej ostalo Evropsko masters prvenstvo v Stuttgartu iz leta 2006. Uvrščal se je na 13. mesto, sicer v kategoriji 100 kg.
S Silvanom je potovalo tudi ime vasi, od katere prihaja. V Brezjah živi z življensko sopotnico Matejo Markočič. Pred letom in pol je par in cele Brezje razveselilo rojstvo malega Lukasa. V družini govorijo tudi slovensko narečje.