2. svetovna vojna v stripu (34)_La 2ª guerra mondiale a fumetti (34)

Lieta 1945  je končala druga svetovna vojska. Kar se je pred njo, med njo in po nji gajalo v Benečiji, je lazajnski famoštar g. Antonio Cuffolo (1889-1959) napisu v dnevnikah po slovensko in po italijansko. V drugi pregledani in dopunjeni izadaji, ki jo je urediu Giorgio Banchig, sta izšla par zadrugi Most lieta 2013.  Moreno Tomasetig je slovenski Cuffolu dnevnik spravu v strip , ki ga  v beneškoslovenskem dialektu obljavljamo v vsaki številki Doma. To je 34. nadaljevanje.

poglej prejšnje 33. nadaljevanje

Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1859). In questa puntata. Il sacerdote indica i motivi perché sempre più valligiani abbandonino le file partigiane: le ore di indottrinamento da parte dei commissari, dato che sono piccoli proprietari e non vogliono il comunismo; non sono convinti della vittoria e temono la vendetta dei vincitori se la Slavia restasse sotto i tedeschi e gli italiani; i capi partigiani trattano i nostri combattenti come persone di livello inferiore; di questi problemi approfittano i filotedeschi e anche i partigiani Garibaldini per portarli via dai partigiani sloveni. Il 15 dicembre 1943 gli Alleati bombardano la stazione di Cividale. Il 30 dicembre viene rilasciato il medico dott. Fruch, ma l’1 gennaio 1944 i tedeschi arrestano quattro uomini, in quanto in paese erano nascosti prigionieri inglesi. Il 4 gennaio vengono trovati uccisi due sottufficiali tedeschi. La colpa viene data a due disertori mongoli. (34 – continua)

guarda la precedente 33ª puntatamoj-dnevnik-34

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp