V Sauodnji dvoboj Cendou-Trinco_ A Savogna duello Cendou-Trinco

6CendouDomenica, 11 giugno, nelle Valli del Natisone verrà rinnovata l’amministrazione comunale di Savogna. Due sono i candidati sindaco in campo. Il primo cittadino uscente, Germano Cendou, è appoggiato dalla «Lista civica» composta da Tatiana Bragalini, Patrizia Cernoia, Paolo Cernotta, Matteo Chiabai, Alex Cromaz, Matteo Golop, Greta Massera, Ezio Mazzarella, Mariagiulia Pagon, Nico Sinuello e Fabio Trinco. Lo sfidante Roberto Trinco è sostenuto dalla lista «Quota 1641», composta da Sandra Cudrig, Dino Azzolini, Cinzia Gosgnach, Daniele Carlig, Romano Golles, Francesca Saltarelli, Sabrina Marchig, Simone Loszach, Giuseppe Donati e Ilaria Feruglio.
Abbiamo chiesto ai due candidati sindaco di rivelarci la loro ricetta per la rinascita del territorio comunale, segnato dall’annoso problema dello spopolamento; le iniziative per valorizzare lingua e cultura slovena; come intendono coltivare e rafforzare i rapporti transfrontalieri con la vicina Slovenia.
«Obiettivo principale del nostro programma – risponde Germano Cendou, imprenditore – è il recupero del territorio montano. A questo proposito ci stiamo impegnando per creare nuovi posti di lavoro al Centro visite di Vartacia con la realizzazione, nell’area attigua, di un parco avventura, con la collaborazione del Gal Torre Natisone. È nostra preoccupazione dare continuità all’utilizzo dello stabile dell’ex scuola elementare a Cepletischis, promuovere la ricettività turistica sul territorio e incentivare l’utilizzo dei locali comunali dell’ex scuola elementare del capoluogo per attività ricreative, culturali e motorie. Ci impegneremo nella promozione e valorizzazione turistica delle grotte, delle chiesette votive, dei percorsi delle rogazioni di San Marco, degli stavoli caratteristici e della Forra del torrente Rieca. In questo contesto s’inserisce anche il miglioramento della viabilità delle frazioni di Stermizza e Gabrovizza, la sistemazione idrogeologica del territorio, la riqualificazione dei borghi e il miglioramento della copertura di rete su tutto il territorio comunale».
«Quanto alla valorizzazione della comunità linguistica locale – prosegue Cendou – il nostro programma contempla l’installazione della cartellonistica bilingue sul territorio, l’implementazione del Museo del Matajur a Masseris e dei rastrelli di Tercimonte a Vartacia, il sostegno ad associazioni culturali e sportive locali. Con la vicina Slovenia intendiamo rafforzare i rapporti mediante progetti mirati di recupero di sentieri a ridosso dell’area di confine e mettendo in rete punti comuni di interesse turistico».
6trinco robertoRoberto Trinco, presidente della cooperativa Comco Nordest di Cepletischis, evidenzia il nuovo interesse per la montagna emerso da un recente convegno a Tolmezzo, che riflette una tendenza generale e che è legato alle condizioni migliori offerte dal territorio (infrastrutture, coperture telefoniche, servizi e contesto ambientale). «Il primo passo è quindi creare condizioni migliori per la vita in questi paesi – sottolinea – . Lavoro a Cepletischis e un problema gravissimo è la scarsa copertura telefonica. È necessario, inoltre, intervenire sulla viabilità, promuovere il territorio sul piano turistico di breve raggio auspicando un futuro ripopolamento del territorio.
In questo contesto s’inseriscono i rapporti con la vicina Slovenia. «La Valle dell’Isonzo presenta una cura e valorizzazione dell’ambiente e delle risorse storiche da cui prendere esempio. Operare in sinergia con le loro strutture turistiche sarebbe ottimale».
Per quanto riguarda la valorizzazione di lingua e cultura slovene locali Trinco distingue «tra minoranza nazionale, tutelata in modo importante dal punto di vista finanziario e legislativo, e minoranza linguistica, messa un po’ in secondo ordine, come quella friulana e tedesca. I due concetti devono andare a braccetto ed essere sviluppati entrambi. Un’iniziativa da mettere in atto in questo contesto potrebbe essere un approfondimento sulle origini storiche della lingua slava locale, dal momento che voci autorevoli hanno parlato di origini protoslave». A tal proposito, è di ben altro avviso Cendou: «L’Associazione slavisti italiani, composta dai professori di lingue slave di tutte le università italiane, in diversi documenti ufficiali ha collocato senza dubbio alcuno il dialetto locale nell’ambito della lingua slovena. E non si può modificare per via politica quanto affermato dalla scienza». (Larissa Borghese)

V nedeljo, 11. junija, se bosta za mesto župana Občine Sauodnja potegovala sedanji župan Germano Cendou, ki ga še naprej podpira lista občanov»Lista civica« in Roberto Trinco, ki ga podpira lista »Quota 1641«. Oba kandidata sta nam predstavila svoja recepta za zmanjšanje upadanja števila prebivalcev, vrednotenje domačega slovenskega jezika s kulturo in nadgradnjo čezmejnih odnosov s Slovenijo.

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp