Subid, nove moči za turistično društvo_Nuove forze per la Pro loco di Subit

Subit/Subid (Foto/Slika: Andrea Beltramini)

A inizio anno, di solito, tutti dedichiamo almeno un po’ di tempo a fare progetti per i mesi che verranno. Così anche i soci della Pro loco di Subit/Subid, che alla riunione di gennaio hanno iniziato a gettare le basi per guardare al futuro del sodalizio.

Il direttivo della Pro loco, infatti, si avvia a concludere il proprio mandato entro l’anno. Nei mesi scorsi il presidente, Enrico Moretuzzo, ha diramato un richiamo alle forze, che a quanto pare ha generato buoni frutti.

Alla piccola realtà che anima la frazione montana di Attimis, infatti, ha apportato l’iscrizione di sette nuovi soci, portando il numero totale a 52. Un’iniezione di nuove forze che lascia ben sperare per il futuro, insomma.

In previsione della fine dell’anno, ora, il proposito del direttivo uscente è quello di affiancare una squadra di volenterosi che subentri al timone dell’associazione di promozione sociale nel prossimo inverno, al momento del rinnovo delle cariche sociali.

Enrico Moretuzzo

Nell’ambito del programma delle iniziative della Pro loco per l’anno in corso, che sarà discusso nel dettaglio nelle prossime settimane, il ruolo principale è rivestito dalla festa patronale di Sant’Anna, che quest’anno sarà organizzata e celebrata nel fine settimana di domenica, 30 luglio.

Per l’occasione è previsto l’arrivo in paese del’arcivescovo di Udine, Andrea Bruno Mazzocato, che non mancherà d’inaugurare il restaurato campanile. Ricordiamo che i lavori di consolidamento statico della torre campanaria, per circa 90.000 euro, erano iniziati a giugno scorso, grazie a un contributo assegnato alla Parrocchia di Subit dalla Regione Friuli-Venezia Giulia.

Altra novità, a Subit, è che la realtà della struttura ricettiva Al Belvedere si appresta a tornare sotto un’unica gestione, insieme a quella del Centro Al tiglio, che offre camere, servizio bar, ristorante e piccola rivendita.

Per una località come Subit, piccola ma raggiunta volentieri sia da ciclisti sia da camminatori e amanti del verde che percorrono la fitta rete di sentieri curata dalla Pro loco, una gestione che metta a sistema l’offerta di cibo e posti letto non potrà che portare a una migliore razionalizzazione dei servizi. (Luciano Lister)

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp