2 Luglio 2021 / 2. julij 2021

Vrhunske kolesarke na Matajurju
Le migliori cicliste sul Matajur

La ciclista Anna Van Der Breggen/Kolesarka Anna Van Der Breggen

L’evento sportivo dell’estate 2021 nelle Valli del Natisone è alle porte. Sabato, 10 luglio, le migliori cicliste del mondo si daranno battaglia sulle pendici del Matajur nella penultima, probabilmente decisiva, tappa del Giro d’Italia donne, che partirà il 2 luglio da Fassano di Cuneo, in Piemonte, per concludersi a Cormons l’11 luglio.

In gara ci saranno 144 atlete di 24 squadre, tra cui le nove World Tour. Tra le campionesse al via ci sarà la vincitrice del Giro 2020 e campionessa del mondo, Anna Van Der Breggen, la vincitrice di diverse edizioni e iridata Marianne Vos nonché l’italiana Elisa Longo Borghini, terza nella passata edizione. La gara sarà fondamentale anche per la scelta delle cicliste che, con le rispettive nazionali, gareggeranno un paio di settimane dopo alle Olimpiadi di Tokyo.

Nella tappa del Matajur, le cicliste, partite da Feletto Umberto a mezzogiorno e con il via effettivo dal territorio di Pagnacco, dopo aver percorso un anello tra Povoletto, Attimis, Nimis, Reana e Cavalicco, passando per Faedis, Campeglio e Cividale, entreranno nelle Valli del Natisone da Ponte San Quirino verso le 14.15. Attraverso Azzida,Scrutto, Merso di Sotto e Stregna saliranno ai prati di Tribil inferiore (dove sarà posto il secondo gran premio della montagna della giornata) e raggiungeranno Castelmonte, per poiscendere a Cividale, tornare a Ponte San Quirino e da lì raggiungere Savogna.Verso le 15.30 inizieranno la salita del Matajur lungo la strada turistica di Masseris. L’arrivo in località Laze, neipressi del rifugio «Pelizzo», avverrà verso le 15.50.

Gli organizzatori del Giro garantiscono spettacolo e grandi emozioni, che si potranno vivere ad ogni latitudine.

Infatti le immagini del Giro d’Italia donne saranno diffuse in 150 Paesi al mondo, sulle principali emittenti tv, broadcaster e Ott, grazie alla collaborazione con Athletic Sports Group e all’importante accordo con Eurosport, che trasmetterà la gara sul proprio circuito internazionale. Ci sarà, naturalmente, l’appuntamento su Rai Sport HD con il meglio di ogni tappa e i 50 minuti di immagini originali del Giro sul digital network e social network di Pmg Sport.

«L’elevata qualità tecnica della gara è garantita dalla presenza di tutte le più importanti squadre al mondo e da un percorso di difficoltà medio-alta e allo stesso tempo straordinario dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, che tocca simbolicamente le zone del Paese maggiormente colpite dalla prima ondata della pandemia. Se lo scorso anno l’intenzione era essere l’edizione della ripartenza, quella di quest’anno vuole e può essere l’edizione della rinascita, in primis dello sport, di cui il ciclismo femminile può essere uno dei volani più importanti», ha detto alla presentazione il direttore generale di corsa, Giuseppe Rivolta.

«Questi 4 anni che ci hanno visti impegnati come distributori ci hanno portato nel 2020 a raggiungere, attra-verso broadcaster e streaming media nazionali e internazionali, una platea complessiva superiore a 6 milioni di utenti. Il 2021 è un nuovo punto di partenza, grazie una distribuzione ulteriormente amplificata, con l’ingresso nel circuito internazionale di Eurosport e nuovi media partner», ha affermato Ginevra Cividini, di Pmg Sport.

«Oltre al racconto sportivo – ha aggiunto –, quest’anno vogliamo raggiungere altri target dando visibilità anche a tematiche di stretta attualità come la sostenibilità ambientale e la valorizzazione della donna nello sport, sia attraverso progetti e azioni concrete, realizzati anche con la preziosa collaborazione di partner e sponsor. La grande risposta ottenuta dalle partnership istituzionali e commerciali conferma che solo una strategica sinergia tra organizzazione, produzione e distribuzione consente di valorizzare al massimo un evento come questo».