29 Maggio 2019 / 29. maj 2019

Ne prezrite v Domu 31. maja
Non perdete il Dom del 31 maggio

V novi izdaji z dne 31. maja postavlja v ospredje lokalne volitve v desetih občinah videnske pokrajine. Vse občine, kjer je priznana slovenska manjšina, so dobile prve občane, ki so že lotili dela. V štierih občinah, kjer je bil prisoten en sam kandidat, so dosegli kvorum in tako bo uprava normalno delala, čeprav brez opozicije. Novi župan oziroma županja sta le v Reziji in Bardu, kjer dosedanja parva občana nista ponovnop kandidirala. Vse čaka trdno delo v korist domačinov. V uvodniku je poudarjeno, da je skoraj povsod izginila levosredinska opcija: na oblasti je ostala v Ahtnu in Sriednjem ter v opoziciji v Špietru. V takem scenarju je vse aktualnejša združitev sedmih občin Nediških dolin v eno samo občino. O evropskih volitev Dom poroča v beneškoslovenskem narečju: “Liga-Lega Salvini je zmagala volitve za evropski parlament, ki so ble v nediejo, 26. maja. V cieli Italiji je parjela 34,33 par stuo glasou, druga je bla Demokratska stranka-PD z 22,69 in trečje Gibanje petih zvezd-M5S 17,07 par stuo. V Furlaniji Julijski krajini je Liga pobrala 42,56 par stuo glasou, Demokratska stranka 22,23 in Gibanje petih zvezd 9,62. Tudi v vsieh osanajstih kamunah videnske province, kjer je varvan slovenski jezik, je močnuo udobila. Vič ku petdeset par stuo glasou je parjela v osmih kamunah: v Prapotnem in Nemah (58,1), Reziji (58), Podbuniescu (56,2), Tipani (56), Sauodnji (54,5), Naborjetu-Ovčji vasi (54,1) in Tavorjani (53,2); narmanj glasou je parjela v Svetim Lienartu (43,5). Vsierode je bla na drugem mestu zmagovauka evropskih voliteu lieta 2014 Demokratska stranka, ki je narvič parjela v Fuojdi (21,9) in narmanj v Tipani (10,9). Na trečjem mestu Gibanje petih zvezd, ki je narvič glasou pobralo v Sriednjem (11,7) in narmanj v Prapotnem (6,5).” Vpetek, 24. maja, se je v Slovenskem kulturnem domu v Špietru odvijal občni zbor Inštituta za slovensko kulturo. »Jezik je za našo skupnost glavna vrednota, za katero moramo skrbeti, da bi jo ohranili, utrdili, razširili, ker predstavlja najpomembnejši element naše identitete. Ob jeziku so druge vrednote, ki tvorijo kulturni zaklad vseh nas – zgodovina, arhitektura, petje, razni pojavi umetnosti … vse to moramo ovrednotiti in vključiti v program preporoda naše skupnosti.« Tako je svojem poročilu povedal Giorgio Banchig, ki je v zadnjem triletju kot predsednik vodil osrednjo ustanovo Slovencev v Videnski pokrajini. Jubilejno dvajseto skupno romanje Nediških dolin na Staro goro bo v nedeljo, 2. junija. “Na guod Kristusovega vnebohoda (Velik križ). Se bojo na Stari gori zbrali duhovniki in vierniki špietarske foranije. Vse fare se bojo, ku ponavadi, vsaka s svojin oflokanin križan, srečale ob 11. na starogorskin placu. Ob 11.15 bo precesija do svetišča, med katero bojo piel’ litanije Device Marije. Ob 11.30 bo sveta maša, ki jo bo vodu rektor svetišča p. Gianantonio Campagnolo ob somaševanju beneških famoštru g. Micheleja Zanona, Micheleja Molara in Boža Zuanelle.” V nedeljo, 9. junija, ob 20.00 (ponovitvev v četrtek, 13. junija, ob istem času) bo na televiziji RAI 3 bis (kanal 103) na sporedu peta in zadnja oddaja Krivopetniki. V 5. in zadnji epizodi bodo Andrea, Elia, Giorgia, Helene in Luna spoznali skrivnosti senosekov: naučili se bodo kositi, kako se pripravlja kopišče, kako se klepa koso, južinali bodo na travniku in okusili tipične jedi Nadiških dolin. Slovenski program RAI pa vabi na javno in premierno projekcijo te epizode v četrtek, 6. junija, ob 18.00 uri v SMO-ju v Špetru. Pred tem pa si jo bodo tudi učenci dvojezične šole P. Petričič lahko ogledali na posebni projekciji tekom pouka. Iz Kanalske doline poročajo pa, da 80.000 evrov, ki jih je svojčas Dežela Furlanija Julijska krajina na podlagi zaščitnega zakona za slovensko manjšino (38/01) namenila poskusnemu večjezičnemu pouku, Medobčinska teritorialna zveza za Železno in Kanalsko dolino ni še prejela. To seveda povzroča težave.

 

Sul quindicinale Dom del 31 maggio è in primo piano la tornata elettorale del 26 maggio. Anche nelle valli del Natisone e del Torre, a Resia e in Valcanale la Lega ha fatto il pieno di voti alle elezioni europee. «L’elettorato è da molto tempo è estremamente volubile e si comporta esattamente come quello di tutto il Friuli Venezia Giulia e del resto dell’Italia. Cinque anni fa si infatuò del Pd di Matteo Renzi, questa volta ha premiato Matteo Salvini. Al prossimo appuntamento con le urne chissà…», si legge nell’editoriale. Passando alle elezioni amministrative, nelle dieci amministrazioni comunali nel territorio nel quale è riconosciuta e tutelata la lingua slovena, in tutti e otto i Comuni nei quali si è ricandidato il sindaco uscente – Attimis, Grimacco, Malborghetto Valbruna, Prepotto, Pulfero, San Leonardo, San Pietro al Natisone e Stregna – si sono registrate conferme. Nei restanti due, cioè Lusevera e Resia, ha vinto la voglia di cambiamento ed è prevalsa un’opzione in discontinuità con l’amministrazione uscente.. Ma l’elemento più caratterizzante della tornata è stata la presenza di un solo candidato sindaco e una sola lista nella metà dei municipi interessati, dato che ad Attimis, Grimacco, Pulfero e Malborghetto Valbruna va aggiunto San Leonardo, dove la concorrenza all’amministrazione uscente era fittizia. Ebbene, dappertutto il quorum della metà più uno degli aventi diritto al voto, necessario per evitare il commissariamento è stato raggiunto senza problemi. «Nelle Valli del Natisone più che altrove l’opzione di centrosinistra, se escludiamo le piccole realtà di Savogna e Stregna nonché la buona volontà emersa all’ultimo momento a San Pietro, è venuta praticamente meno e conseguenze negative sono inevitabili. Anche per questo sembra che a tenere banco nella politica locale sarà la prospettiva della fusione in un Comune unico», commenta il Dom. Il direttore responsabile, mons. Marino Qualizza, è intervenuto con un messaggio scritto all’affollato corso di formazione deontologica per giornalisti tenutosi il 20 maggio a Cividale. Premettendo che il quindicanale «è sorto come voce di una comunità linguistica fortemente discriminata, anche al giorno d’oggi», ha denunciato il comportamento degli attuali responasabili dell’Arcidiocesi di Udine: «Non si fa nulla per ovviare alla necessità, anzi, probabilmente, si è soddisfatti della deriva. Sono passati i tempi del vescovo Battisti che ha rotto un disinteresse secolare, ma sono tornati i tempi grigi di una mancanza di prospettiva culturale, quasi che la fede si esaurisse in cerimonie fuori dal tempo». Sempre in ambito ecclesiale, il Dom informa che domenica 2 giugno, per la festa dell’Ascensione del Signore, ci sarà il ventesimo pellegrinaggio delle parrocchie delle valli del Natisone a Castelmonte. Il programma è il seguente: alle 11 ritrovo sul piazzale del santuario; alle 11.15 processione con le croci di ogni parrocchia verso il santuario; alle 11.30 santa messa. Una bella giornata di sole, in questo maggio un po’ piovoso rispetto alle aspettative, ha accolto i camminatori saliti a Porzus/ Porčinj, nella zona montana del comune di Attimis, per partecipare alla 24ª camminata storico-naturalistica. Accompagnati dai volontari della Pro loco Amici di Porzus, i partecipanti hanno potuto avventurarsi su due percorsi. Il primo, diretto alle Malghe storiche di Porzus, ha visto i visitatori impegnati in una camminata di circa tre ore. Il secondo ha in qualche modo aperto al pubblico la vera novità della zona montana del comune di Attimis per la bella stagione del 2019: il sentiero della sorgente Očena, che in circa 2 ore di cammino collega Porzus/Porčinj a Subit/Subid. Si è svolto a Taipana/Tipana, per alcuni giorni e fino a domenica 26 maggio, un importante corso di formazione nazionale della Scuola nazionale tecnici di soccorso speleologico, la «SnaTss». Il corso ha richiamato in val Cornappo/Karnajska dolina partecipanti da tutta Italia, più precisamente da Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Toscana, Abruzzo, Emilia Romagna, Puglia, Campania, Sardegna, Lazio, Sicilia e Marche oltre che dal Friuli Venezia Giulia. In tutto una quarantina di tecnici specializzati, che hanno affettuato alcune esercitazioni in profondità e testare tecniche e materiali diversi.