13 Marzo 2019 / 13. marec 2019

Ne prezrite Doma z dne 15. marca
Non perdete il Dom del 15 marzo

V peti letošnji izdaji, z dne 15. marca, petnajstdnevnik Dom postavlja v ospredje priprave na majske občinske volitve v Ahtnu, Bardu, Garmaku, Naborjetu, Podbuniescu, Prapotnem, Reziji, Sv. Lienartu, Sriednjem in Špietru, ki bodo potekale 26. maja, ob volitvah za Evropski parlament. Potem ko je Dežela prižgala zeleno luč tretjemu mandatu za župane občin do 2000 prebivalcev, zgleda, da se bodo v desetih občinah, v katerih je slovenska manjšina, razen v Bardu, za novi mandat potegovali dosedanji župani. Opozicije imajo pa težave pri evidentiranju kandidatov. Med verskimi vsebinami Dom obljavla poslanico papeža Frančiška za postni čas, v kateri poziva vernikle in nevernike: »Opustimo egoizem, pogled usmerjen vase, in se obrnimo h Kristusovi veliki noči. Postanimo bližnji bratom in sestram v težavah, delimo z njimi svoje duhovne in materialne dobrine. Tako bomo sprejeli v svoje življenje Kristusovo zmago nad grehom in smrtjo ter v stvarstvo pritegnili njegovo moč, ki preobraža. « Letošnja jubilejna 50. revija »Primorska poje« bo potekala do 28. obrila. Na 34 koncertah bo nastopilo skupno 216 zborov iz Italije, Slovenije, Harvaške in Avstrije. Predsednica Zveze slovenske katoliške prosvete Franca Padovan je povedala: »Primorska poje je revija, ki že 50 let združuje vse, ki do petja gojijo posebno ljubezen in ki jim stoji pri srcu ohranjanje in širjenje slovenske pesmi in kulture. Petje je namreč govorica, ki jo lahko vsak razume, s petjem se razvijata prijateljstvo in sodelovanje in na teh osnovah želimo graditi našo prihodnost.« V Kanalski dolini buri duhove zamisel, da bi bile Svete Višarje do leta 2022 etapni cilj kolesarske dirke Giro d’Italia. Projekt, ki ga je za družbo RCS pripravil Enzo Cainero, ključni človek za etape Gira v Furlaniji Julijski krajini, močno podpira trbiški podžupan Igino Cimenti, pomisleke pa izražata naborješko-oški župan Boris Preschern in odgovoren za pastoralne dejavnosti na Višarjah pater Peter Lah. Na športni strani Dom med drugim poroča, da je 10. marca špeterska rokometna ekipa nastopala z dvema postavama na 2. srečanju meddeželnega prvenstva z Venetom v kraju Padernello pri Paese v Trevisu v kategoriji Under 11. Na srečanju, ki se je odvijalo v zgodnjih jutranjih urah, so bile tudi ekipe Oderzo, Belluno in organizatorji iz Paese. Vse so imele več ekip, saj jih je skupno nastopalo 10. Naši še neizkušeni mladi igralci so iztržili eno samo točko, vendar so se res dobro borili in trudili, da bi od srečanja čimveč odnesli. Izkušnja je bila vsestransko pozitivna, saj je našim športnikom vlila mnogo volje do rezultatov, in torej do večjega truda in dela na ponedeljkovih treningih.

Nel numero di metà marzo il quindicinale Dom apre con la politica locale. La modifica della legge elettorale, che ha introdotto la possibilità di terzo mandato consecutivo per i sindaci nei Comuni fino a duemila residenti e ridotto da 12 a 10 (più il primo cittadino) il numero dei consiglieri nei Comuni sotto i mille residenti, ha dato il via ai preparativi per il rinnovo delle amministrazioni locali. Il prossimo 26 maggio, assieme al voto per il Parlamento europeo, anche i cittadini di dieci municipalità della provincia di Udine, nei quali è tutelata la minoranza slovena, eleggeranno sindaco e consiglieri comunali. A un mese dalla presentazione delle candidature (il termine dovrebbe essere il 16 aprile) e dall’avvio ufficiale della campagna elettorale, le anticipazioni e le indiscrezioni da noi raccolte fanno prevedere, nei dieci Comuni, la ricandidatura dei sindaci uscenti, con l’eccezione di Lusevera, e le opposizioni in molti casi in difficoltà a trovare gli sfidanti e anche a comporre le liste, tanto da prospettare in qualche caso corse solitarie. Intanto, come annunciato, la Regione Friuli Venezia Giulia sarà lead partner nel progetto Interreg Italia-Slovenia volto a finanziare l’avvio dell’operatività del «cluster» al quale hanno aderito 25 amministrazioni comunali (21 del versante italiano in provincia di Udine e 4 del versante sloveno nel Posočje/alta valle dell’Isonzo). La Giunta, su proposta dell’assessore regionale alle Autonomie locali e politiche comunitarie, Pierpaolo Roberti, nella seduta dell’8 marzo ha approvato la partecipazione dell’amministrazione regionale al bando mirato Interreg V-A Italia-Slovenia, con la presentazione del progetto Governance transfrontaliera strategica (Gts), in qualità di lead partner. Nell’editoriale, il direttore responsabile, mons. Marino Qualizza, torna sul problema della denatalità. «Senza fede in Dio, nutrita di amore, non si comunica la vita, ma la si tiene egoisticamente per sé. (…) Una questione particolare riguarda la Benecìa. Qui sono venute meno le premesse. L’esodo disastroso che ha svuotato i 2/3 dei nostri paesi non può permettere una ripresa demografica, anche con le migliori intenzioni, perché i rimasti sono nell’età di Zaccaria ed Elisabetta, genitori di Giovanni Battista, e non c’è intervento dall’alto che li possa rendere fecondi. È inutile piangere sugli errori del passato che hanno svuotato le nostre terre, quanto piuttosto puntare su un ritorno, reso possibile e solo da creazione di lavoro sul territorio. Cosa non impossibile, come pure una ripresa della fede da parte dei giovani, perché non vada persa la straordinaria eredità che le generazioni passate ci hanno tramandato». È con grande gioia che la comunità cristiana della Val Resia ha appreso dalla cancelleria della Curia arcivescovile di Udine che è pronto il decreto con cui viene riconosciuto il titolo di Santuario alla chiesa di Prato di Resia. Il decreto entrerà in vigore il 19 marzo 2019, solennità di San Giuseppe, sposo della Beata Vergine Maria e patrono della Chiesa universale. In quel giorno lo stesso arcivescovo si recherà a celebrare una santa messa solenne a Prato. In Valcanale il maltempo dell’autunno scorso ha provocato notevoli danni soprattutto nei pressi di Valbruna/Ovčja vas, in Val Saisera/Zajzera. I primi interventi di sistemazione sono iniziati prima dell’arrivo dell’inverno; ora, col rialzo delle temperature, potranno essere ripresi. Il Dom ne ha parlato con il presidente del Consorzio vicinale di Valbruna/Nachbarschaft Wolfsbach, Luciano Piussi.