15 Marzo 2012 / 15. marec 2012

Definite le Unioni montane
Oblikovane so Gorske unije

Su proposta dell’assessore a Funzione pubblica, Autonomie locali e Coordinamento delle Riforme Andrea Garlatti, la Giunta regionale ha ridefinito, nella seduta di giovedì 15 marzo, la composizione delle Unioni montane, recependo le indicazioni fatte pervenire dai Comuni e dando attuazione alle recenti disposizioni normative introdotte dal Consiglio regionale.

Sono state recepite le richieste dei Comuni di Magnano in Riviera, Povoletto e Tarcento di esclusione dall’Unione montana del Torre. L’Esecutivo regionale ha ritenuto, altresì, di confermare la volontà espressa dai Comuni di Cividale del Friuli, Prepotto e Torreano di esclusione dall’Unione montana del Natisone. Le funzioni amministrative della Comunità Montana Torre, Natisone e Collio per i sei Comuni del proprio territorio oggi esclusi dalle Unioni montane e prima facenti parte di detta Comunità sono starte assegnate alla Provincia di Udine.

In forza del provvedimento giuntale l’Unione montana del Canal del Ferro e della Valcanale comprende Chiusaforte, Dogna, Malborghetto-Valbruna, Pontebba, Resia, Tarvisio; l’Unione montana del Torre comprende: Attimis, Faedis, Lusevera, Nimis, Taipana; l’Unione montana del Natisone comprende: Drenchia, Grimacco, Pulfero, San Leonardo, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna. “Con questo provvedimento, assunto nel rispetto dei tempi previsti – spiega l’assessore Garlatti – la Giunta regionale ha completato i propri adempimenti; ora spetta ai rappresentanti dei Comuni montani procedere nella costituzione delle assemblee che avranno il compito di redigere gli statuti delle future Unioni montane”.

Entro l’8 maggio il sindaco del comune più popoloso di ogni Unione è chiamato a convocare l’assemblea per la definizione degli indirizzi da dare all’amministratore temporaneo per la predisposizione del piano di subentro.

 

Na seji, ki jo je imeu v četartak 15. marča v Pordenonu, je deželni odbor Furlanije Julijske krajine poviedu kateri kamuni bojo v Unijah gorskih kamunu, ki se bojo rodile namest Gorskih skupnostih. Sparjeta je bla prošnja kamunu Čedad, Prapotno in Tavorjana, de na bota v Uniji Nediških dolin, v kateri bojo samuo Dreka, Garmak, Podutana, Podbuniesac, Sauodnja, Sriednje in Špietar. Pru takuo so sparjeli prošnjo kamunu Čenta, Povoletto in Magnano in Riviera, de na bojo v Uniji Terskuh dolin, v kateri bojo zatuo le Ahten, Bardo, Fuojda, Neme in Tipana. V Uniji za Želiezno in Kanalsko dolino bojo pa Rezija, Kluže, Dogna, Tablja, Naborjet-Ovčija vas in Trbiž. Šindaki te narbuj velikih kamunu v vsaki Uniji muorejo do 8. maja sklicati sejo na kateri bojo obločili kakuo ustanoviti in pejati naprej novo upravo.