Kandidati na občinskih volitvah_Comunali, si scoprono le carte

volitveV pandiejak 14. in torak 15. obrila sta dneva v katerih je trieba predstaviti kandidate za kamunske volitve, ki bojo 25. maja. Pogledmo, kaj se prapravlja v Nediških dolinah. V Špietru je čeparna sredina vebrala za svojega kandidata Fabrizia Dorbolò, ki je provincialni mož gibanja Sel; desna sredina pa bo podparla sedanjega vicešindika Mariana Zufferlija. V Podbuniescu je kandidat leve sredine za šindika Stefano Pollauszach, desna sredina bo imela za kandidata pa Camilla Melisso. V podutanskim kamunu bota desna sredina in sredina podparli sedanjega opozicijskega moža Antonija Comugnara; čeparna sredina stavi pa na Stefana Predana. V Sriednjim bo Luca Postregna  za čeparno sredino gledu vzeti mest sedanjemu šindiku desne sredine Mauro Venetu. V Garmaku bo sigurno za desno sredino spet kandidirala županja Eliana Fabello, za čeparno sredino v bo kandiru Adriano Stulin. Še nie sigurno, ampa kaže, de bo za skrajno desnico kandidiru Walter Qualizza. V terskih dolinah bojo volitve v kamunah Bardo in Tipana. V Bardu se bo potegavu za drugi mandat čeparnosredinski šindik Guido Marchiol, puoti njemu bo kandidiru Luca Balzarotti, ki je biu ašešor v Marchioljevin aministracjonu a se je z njim skregu ‘an miesac odtuod zauoj dvojezičnega šuolanja. V Tipani sedanji šindik Elio Berra na smie vič kandidirati in je ašešor Roberto Bassi napoviedu svojo kandidaturo za sedanjo desnosredinsko opozicijo. Za Berrejevo listo (sedanji šindik kandidira za kamunskega moža) bo kandidat za šindika pa Claudio Grassato, ki je tudi on ašešor. V Reziji bota kandidata sedanji šindik Sergio Chinese za desno sredino in kamunski mož Nevio Madotto za čeparno sredino. V Kanalski dolini bojo obnovili upravo občine Naborjet Ovčja vas. Sedanji župan Alessandro Oman na smie vič kanidirati. Njegova lista »Skupaj za razvoj« podpira županjskega kandidata Daria Di Voro, nasprotna lista kandidira za stolček prvega občana pa Borisa Prescherna.

Nell’imminenza della presentazione delle liste (14 e 15 aprile) sembra delineato, salvo sempre possibili sorprese dell’ultima ora, il quadro degli schieramenti che si contenderanno la guida dei cinque comuni delle Valli del Natisone nel voto del 25 maggio. Va da sé che sotto i riflettori ci sia in primo luogo San Pietro al Natisone, il comune più popoloso. Il sindaco uscente, Tiziano Manzini, dopo 10 anni alla guida del municipio, non si può più ricandidare ma correrà comunque come consigliere in seno alla lista di centrodestra «Rinnovamento. Nuova San Pietro». Tornano a mettersi in gioco anche i consiglieri uscenti Nicola Sturam, Aurelio Massera e Claudia Cantoni. Come da tempo era nell’aria, candidato sindaco è il numero due uscente, Mariano Zufferli, per 10 anni vicesindaco: sposato, due figli, 53 anni, dipendente del Comune di Moimacco, molto attivo nel volontariato. A sfidare la maggioranza uscente è Fabrizio Dorbolò, 38 anni. Consigliere di maggioranza per 5 anni, e per 10 consigliere di minoranza, è anche consigliere provinciale del Sel. A sostenerlo una lista civica di centrosinistra, «La nostra terra»: 6 donne e 6 uomini, età media 38 anni; ne fanno parte anche due consiglieri uscenti di opposizione, Marina Pocovaz e Tatiana Bragalini. A San Leonardo, secondo comune delle Valli, il centrodestra, maggioranza da 15 anni, ha stretto un’alleanza con una parte dell’attuale opposizione, la lista «Insieme San Leonardo», sostenendone il leader Antonio Comugnaro alla carica di primo cittadino. Della maggioranza uscente saranno nelle lista «Uniti per San Leonardo» l’attuale vicesindaco reggente, Teresa Terlicher, l’assessore Ettore Crucil e il consigliere Romano Clinaz. Non ci sarà l’ex sindaco Beppino Sibau, ora consigliere regionale di Autonomia responsabile, che darà il suo apporto da esterno. Nella lista di Comugnaro ci sarà, invece, il consigliere uscente Paolo Oviszach. Per il centrosinistra, che a San Leonardo si esprime nella lista civica «Per la gente», candidato sindaco sarà Stefano Predan, consigliere di opposizione uscente, recordman di preferenze cinque anni fa. Non è stato ufficializzata, invece, la composizione della lista che lo sosterrà. A Pulfero la lista di centrosinistra «Un futuro per Pulfero» ha scelto quale candidato a sindaco per il Stefano Pollauszach, di Brischis, classe 1969, sposato, due figli, alla prima esperienza politica. Il centrosinistra guida l’amministrazione locale da 15 anni con il sindaco Piergiorgio Domenis, che questa volta sarà in lista come candidato a consigliere. Il centrodestra cercherà di conquistare il Comune candidando a sindaco Camillo Melissa, politico di lungo corso nella prima repubblica, quando fu anche consigliere provinciale del defunto Psdi. A Stregna per il centrodestra correrà ancora l’attuale sindaco Mauro Veneto, mentre il centrosinistra ha lanciato Luca Postregna, messosi in evidenza con il movimento «Free Planine». La novità potrebbe essere una seconda lista tutta di nomi muovi in suo appoggio oltre alla storica lista civica, in questo mandato all’opposizione. A Grimacco per il centrodestra, lista «Per Grimacco», si proporrà per un secondo mandato la prima cittadina uscente, Eliana Fabello, mentre il centrosinistra, lista «Garmak» punta sul consigliere di opposizione uscente Adriano Stulin. Come cinque anni fa dovrebbe presentarsi anche una lista di estrema destra, ancora capeggiata da Walter Qualizza, che riuscì ad entrare in consiglio comunale. Pronte per il voto le comunità di Taipana e Lusevera. Per il centro dell’Alta Val del Torre si rimette in gioco il primo cittadino uscente, Guido Marchiol, dopo aver ultimato i suoi primi 5 anni di governo. Lo sostengono i membri del gruppo che fa capo alla civica «Aperti al futuro», la stessa che lo portò alla conquista della poltrona di sindaco la scorsa tornata. Della compagine della maggioranza uscente si ricandidano Paolo Marchiol, Romano Dario Molaro, Marco Muchino, Igor Cerno e Denis Pascolo. A sfidare Marchiol un assessore uscente che aveva rassegnato le dimissioni circa un mese fa, Luca Balzarotti, 36 anni compiuti a febbraio, dell’Alta Val del Torre, residente a Tarcento. A Taipana il sindaco uscente, Elio Berra, storico primo cittadino della vallata, non può più scendere in campo in quella veste, ma correrà come candidato consigliere a sostegno del candidato sindaco Claudio Grassato, assessore uscente. Come nel caso di Lusevera, a sfidare l’erede di Berra sarà un altro assessore uscente Roberto Bassi, che ha seguito i settori di agricoltura, foreste, territorio e urbanistica. Alle elezioni amministrative che si svolgeranno il prossimo 25 maggio, pare che ormai i giochi siano fatti anche a Resia.  A sfidare il sindaco uscente, Sergio Chinese, sarà, come nel 2009, il capogruppo della minoranza, Nevio Madotto, che proviene da una lunga esperienza amministrativa. Vicesindaco dal 1990 e il 1999 durante l’mministrazione di Luigi Paletti, da 15 anni siede tra i banchi dell’opposizione. Madotto 55 anni, artigiano e agricoltore, verrà sostenuto da una lista civica. La sua squadra è formata da Silvia Barbarino, Loris Chinese, Manuela Di Bernardo, Michele Di Floriano, Bruno Di Lenardo, Giuliano Fiorini, Cecilia Loits, Severino Madotto, Alessandro Micelli, Mara Paletti, Sandro Quaglia e Marco Valente. Come annunciato, si ripresenta Sergio Chinese a capo della Lista civica «Resia domani». Al suo fianco si ricandidano gli assessori Carmelo Carlo Altomonte, Cristina Buttolo, Franco Siega e il capogruppo Sabrina Chinese. Lascia dopo 15 anni, invece, il vicensindaco, Pierino Pisca, che continuerà, però, a sostenere la lista dall’esterno. La new entry della squadra è Daniele Di Lenardo che arriva dai banchi dell’opposizione. Nella lista ci saranno, inoltre, Francesca Beltrame, Luigino Bortolotti, Franco Calligaris, Franco Di Lenardo, Francesca Foladore, Giorgia Micelli e Roberto Panzoni. Per la guida del comune di Malborghetto-Valbruna, in Valcanale, la lista «Uniti per lo sviluppo» mette in pista quale candidato sindaco l’assessore Dario Di Vora, nella quale sarà candidato anche Alessandro Oman, primo cittadino negli ultimi 15 anni. Sul fronte opposto si presenta Boris Preschern, in passato già vicesindaco e assessore, con una nuova lista civica.

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp