2 febbraio 2018 / 2. februar 2018

Z električnim kolesom v Tipano
A Taipana in bici elettrica

TipanaIl turismo slow, e in particolare quello legato alle biciclette, rappresenta in tutta la regione un fenomeno in costante e inaspettata crescita, anche grazie alla realizzazione di numerose piste ciclabili dai monti al mare. Per i territori transfrontalieri di Taipana, in particolare quello che collega Friuli e Slovenia tramite il vecchio valico di Ponte Vittorio, le due ruote delle bike turistiche sono realtà da molto più tempo, da quando la nuova Repubblica è entrata in Schengen e sono caduti i confini. Negli ultimi tempi, tuttavia, anche questo tipo di viaggio ha subito delle mutazioni: ha preso piede, ad esempio, la bici con la pedalata assistita, che permette di fare lunghi tragitti, anche in salita, senza fare troppa fatica, grazie al supporto di un motore montano sulla bike. Bici di questo tipo vengono usate da persone di tutte le età, ma hanno un limite: la carica elettrica, che dopo un po’ si esaurisce. Per questo l’amministrazione comunale di Taipana ha deciso di avviare un progetto per l’installazione, in collaborazione con alcune associazioni del Cividalese e delle Valli del Natisone, di colonnine per la ricarica. Il piano, che vede anche la consulenza fattiva di Enzo Cainero, è agli esordi e sarà concretizzato non appena tutti i soggetti coinvolti si saranno accordati sui modi e sui luoghi ove posizionare le colonnine. Da Taipana il piano poi si potrebbe estendere anche ai vicini comuni, collegati in quota da vie panoramiche, molto amate dai ciclisti stranieri, in particolare del Nord Europa.

Počasni turizem, še posebej kolesarski, se v deželi Furlaniji Julijski krajini hitro razvija, med drugim ker so v prejšnjih letih vlagali veliko sredstev v urejanje kolesarskih stez. Na čezmejnem območju, kjer se nahaja Tipana, je to kar razvidno. V zadnjih letih narašča tudi kolesarjenje z električnimi kolesi, ki olajšajo vzpone, sicer s pomočjo elektromotorja. Električna kolesa uporabljajo polnilne bakterije in prav, ker jih je treba napolniti, se je tipajska občinska uprava odločila, da bo v naslednjih mesecih uredila polnilne postaje, sicer v sodelovanju z nekaterimi društvi iz okolice Čedada in Nediških dolin. Pri uresničitvi projekta sodeluje tudi Enzo Cainero.