27 ottobre 2017 / 27. oktober 2017

Poskusni trijezični pouk v Ukvah
L’esperienza plurilingue di Ugovizza

10Elisa Kandutsch v soliNel solco delle tante esperienze nelle locali lingue minoritarie già attuate nelle scuole della Valcanale, nel plesso scolastico di Ugovizza/Ukve è partito, il 2 ottobre scorso, il progetto di esperienza plurilingue dal titolo «Cresco in più lingue: friulano, sloveno e tedesco».

Nell’ambito del progetto, che durerà fino all’inizio del 2018, per i bambini dell’ultimo anno della scuola d’infanzia e delle prime due classi della scuola primaria l’approccio a alcune materie avrà luogo in sloveno, tedesco e friulano. Ricordiamo che l’esperienza è finanziata dal Comune di Malborghetto-Valbruna/Naborjet- Ovčja vas e che vede insieme nel raggiungimento degli obiettivi anche l’Istituto omnicomprensivo di Tarvisio, l’Arlef, il circolo tedesco Kanaltaler Kulturverein e i sodalizi sloveni Don Mario Cernet, Planika e Don Eugenio Blanchini.

L’attuazione del progetto è appena iniziata e, per la sua novità, sta avvenendo gradualmente. Al momento ai bambini stanno venendo offerte le ore in presenza delle insegnanti che parlano sloveno e tedesco, mentre in una fase successiva partiranno anche le attività in friulano. Dello sloveno di occupa Elisa Kandutsch, che sta per terminare gli studi all’Università di Udine, mentre del tedesco Teresa Coianiz, che studia all’Università di Klagenfurt. L’esperienza prevede moduli in lingua negli ambiti di matematica, scienze, geografia, storia, musica, scienze motorie. Le due insegnanti lavorano facendo uso veicolare della lingua, gestendo le ore di lezione in autonomia sotto la supervisione delle docenti del plesso.

Per i bambini dell’ultimo anno della scuola d’infanzia, sia le attività in sloveno sia quelle in tedesco si svolgono per cinque ore a settimana. L’insegnante esperta in lingua si rivolge ai bambini in lingua, facendo ampio uso di espressività e mimica. Le attività vengono svolte stimolando la comunicazione tramite il canto, il ballo e il disegno e anche con poesie che vengono gradualmente imparate a memoria in più lingue. Non appena i piccoli hanno assunto padronanza dei contenuti di un modulo (per esempio i colori dell’autunno), se ne tratta un altro. Per facilitare l’interazione dei bambini in lingua, li si stimola a parlare facendo uso di pupazzi con cui è possibile comunicare solo in lingua.

Alla scuola primaria, sia in prima sia in seconda le attività in sloveno e in tedesco si svolgono per sei ore a settimana. L’attuazione dell’esperienza va a aggiungersi alla programmazione portata avanti dalla scuola, senza prevedere ore aggiuntive. Così, dopo una quarantina di minuti di lezione in compresenza con una delle insegnanti che svolgono il programma in italiano, ne segue una decina in cui le insegnanti dell’esperienza trattano contenuti o svolgono attività che riprendono gli argomenti già trattati in italiano. Sono previste anche circa due ore non in comprensenza, in cui l’immersione nelle due lingue è totale. Ovviamente nel plesso è insegnato anche l’inglese. (Luciano Lister)

V ukovškem šolskem poslopju je v ponedeljek, 2. oktobra, stekel večjezični projekt z naslovom »Cresco in più lingue: friulano, sloveno e tedesco« (»Odraščam v več jezikih: furlanščini, slovenščini in nemščini«). V okviru projekta, ki bo trajal do začetka leta 2018, se otroci iz zadnjega letnika otroškega vrtca in prvega ter drugega razreda osnovne šole naučijo nekatere predmete tudi v domačih jezikih. Projekt izvajajo postopno. Trenutno so začeli dejavnosti v slovenščini in nemščini; kasneje jih bodo začeli tudi v furlanščini. V okviru pouka z učiteljicama Elisa Kandutsch in Teresa Coianiz sta slovenščina in nemščina učna jezika; učiteljici si pomagata z italijanščino le takrat, ko je nujno potrebno. V otroškem vrtcu trenutno poučujeta pet ur tedensko v nemščini in pet ur tedensko v slovenščini. Pri tem si veliko pomagajo z mimiko. V prvem in drugem razredu osnovne šole poučujeta tako v slovenščini kot v nemščini šest ur tedensko. Po štiridesetih minutah, med katerimi sta skupaj z učiteljicami, ki poučujejo v italijanščini, se v slovenščini ali nemščini ukvarjajo z dejavnostmi, ki so povezane s prej obravnavanimi temami. Pouk se v celoti odvija v slovenščini in nemščini Približno dve uri tedensko. Bralce spominjamo, da ta projekt združuje pri dosegi ciljev tudi Večstopenjski zavod Trbiž, deželno agencijo za furlanski jezik Arlef in društva nemške in slovenske jezikovne skupnosti – Kanaltaler Kulturverein, Združenje Don Mario Cernet, Slovensko kulturno središče Planika in Združenje Don Eugenio Blanchini.