11 aprile 2018 / 11. april 2018

Nova romarska sezona za Porčinj
A Porzus è tempo di pellegrinaggi

9Porcinj2V soboto, 7. aprila, se je v Porčinju nad Ahtnom s sveto mašo ob 10.30 odprlo letošnje romarsko leto za slovenske vernike. Evharistijo je vodil novogoriški dekan Alojzij Kržišnik pred približno 120 romarji, ki so se potem v vasi ustavili za skupno kosilo (foto iz facebook profila Giacoma Canalaza).

V nedeljo, 8., spet z lepim vremenom, so na praznik Božje Milosti ob 9. odprli novo romarsko leto z romanjem peš iz Ahtna. V Purčinju je nato mašo, ki jo je v glasbi spremljal mladinski zbor foranije Porpetto, pred okoli 200 romarji vodil častni nadškof msgr. Norbert Mtega iz mesta Songea v Tanzaniji. Po skupnem kosilu, za katero je poskrbelo društvo Pro Loco Amici di Porzus, je popoldne bila procesija s podobo Svete Marije.

V Porčinju nad Ahtnom se je septembra 1855 Mati Božja trikrat prikazala mali Terezi Duš in z njo pogovarjala v krajevnem slovenskem narečju, saj je Tereza le to razumela.

Pastoralni skrbnik v Porčinju, g. Vittorino Ghenda, sporoča, da maše v vasi trenutno darujejo ob sobotah ob 10.30 v kapelici »Jankoni« ter ob nedeljah ob 9. v vaški cerkvi (razen ko pade na nedeljo obletnica ali ko je nedelja posvečena bolnikom). Od maja bodo mašo darovali še vsak četrtek ob 10.30 v »Jankoni«, kjer bodo ob nedeljah molili tudi rožni venec, sicer ob 16.30. Obredi se odvijajo predvsem v italijanščini in razmišljajo o možnosti, da bi lahko nekdo enkrat na mesec prišel darovat slovensko mašo, seveda če bodo našli potrebnega duhovnika.

9PorcinjSabato, 7 aprile, a Porzus/Porčinj è iniziata la nuova stagione dei pellegrinaggi per i fedeli sloveni. A presiedere il rito eucaristico delle 10.30, alla presenza di circa 120 pellegrini, è stato il decano di Nova Gorica, Alojzij Kržišnik.

Domenica, 8 aprile, la stagione dei pellegrinaggi è stata aperta con un pellegrinaggio a piedi da Attimis/Ahten, iniziato alle 9.00. A officiare la messa a Porzus, durante la quale ha cantato il coro giovanile della forania di Porpetto, è stato l’arcivescovo di Songea (Tanzania), Norbert Mtega. Al rito hanno partecipato circa 200 fedeli, che hanno potuto, in collaborazione con la Pro Loco Amici di Porzus, consumare un pranzo in paese.

Il curatore pastorale di Porzus, don Vittorino Ghenda, invita i fedeli nella borgata del comune di Attimis in cui la Madonna apparve per tre volte a Teresa Dush nel settembre del 1855, parlandole in dialetto sloveno. Al momento le messe in paese sono celebrate messe il sabato alle 10.30, nella cappella della Jankona, e la domenica alle 9.00, nella chiesa del paese (tranne che nelle ricorrenze di anniversari e nella domenica dedicata ai malati). Da maggio le messe saranno officiate anche il giovedì, alle 10.3o, nella cappella. Sempre nella cappella, la domenica, alle 16.30, sarà pregato anche il rosario.

Al momento i riti a Porzus sono officiati per la maggiore in italiano. Si sta valutando la possibilità che un sacerdote salga al paese, una volta al mese, a officiare la messa in sloveno.