27 aprile 2018 / 27. april 2018

Majnik v življenju in zgodovini Rezije
Il Majnik tra vita e storia di Resia

Ravanska cerkevIl 24 giugno 1718 mons. Daniele Dolfin (1688-1762), all’epoca vescovo coadiutore di Aquileia e abate commendatario dell’abbazia di Moggio, consacrava, dopo gli ultimi lavori di ampliamento e rinnovo durati 25 anni, l’attuale chiesa-pieve-santuario di Prato/Ravanca, dedicata alla Beata Vergine Assunta. Il giorno della dedicazione della chiesa, come quello della precedente di epoca medievale, è storicamente fissato all’1 maggio, in resiano Majnik.

In merito alle iniziative previste per questa ricorrenza, sul numero pasquale del bollettino parrocchiale di Resia «All’ombra del Canin», il vicario parrocchiale, don Alberto Zanier, scrive: «Quest’anno celebreremo l’anniversario della Dedicazione della nostra comune casa di preghiera, della chiesa madre di Resia, del più importante tempio santo di Dio a Resia. Quest’evento non ha solo una connotazione storica: non si tratta solo di fare memoria di un evento passato, ma, ricordando la Dedicazione di questo tempio, dobbiamo rinnovare in noi la personale e comunitaria consacrazione al Signore perché “stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo” (1Pt 2,4-9)». Inoltre, celebrare questa Dedicazione significa anche riscoprire la natura di santuario della nostra pieve.

Quest’anno, per ricordare questo importante avvenimento, la Parrocchia di Santa Maria Assunta ha invitato a presiedere la Santa Messa delle ore 11 il vescovo emerito di Belluno-Feltre, mons. Giuseppe Andrich. La cerimonia inizierà prima della Messa con la processione all’esterno della chiesa con l’antica reliquia della Santa Croce e si concluderà con la processione col Ss. Sacramento.

Già il 28 aprile, alle 20.30, in pieve a Prato ci sarà un concerto d’organo suonato da Federico Quagliaro e orchestra degli Amici della Musica di Villalta di Fagagna, e diretto dal maestro Andrea Toffolini.

Oltre alla Santa Messa, il primo maggio a Prato si terrà anche la prima delle tre annuali fiere storiche dove, specialmente un tempo, i valligiani accorrevano a rifornirsi del necessario per iniziare i lavori agricoli e legati all’allevamento. Inoltre, per gli sportivi, ci sarà la consueta camminata sui sentieri di fondovalle, con due diversi percorsi. (Sandro Quaglia)

Prvega maja, na dan, ki ga v rezijanskem slovenskem narečju imenujejo Majnik, bo ob 11.00 v ravanski cerkvi maša v spomin na posvetitev cerkve. Mašo bo vodil upokojeni nadškof v mestih Belluno-Feltre, msgr. Giuseppe Andrich. Tako pred mašo kot po njej bo procesija. Vedno prvega maja bo na Ravanci tudi sejem; med dnevom bo tudi pohod po okoliških stezah.

Že v soboto, 28. aprila, organizirajo v ravanski cerkvi tudi koncert. Na orgle bo igral Federico Quagliaro, ki bo z orkestrom društva Amici della Musica nastopil pod vodstvom Andree Toffolinija.