13 luglio 2017 / 13. julij 2017

Lutkovni festival Nediških dolin
Il festival delle Valli del Natisone

7elena-guerrini-8Nella sede della Regione Friuli-Venezia Giulia in via Sabbadini a Udine, è stato presentato oggi, giovedì, 13 luglio, il «Festival delle Valli del Natisone», che andrà in scena da mercoledì 19 a mercoledì 26 luglio. Itinerante, transfrontaliero e multiculturale per vocazione, il «Festival delle Valli del Natisone» conta 19 eventi e spettacoli distribuiti in otto giornate, con una cinquantina di artisti chiamati ad animare un palcoscenico senza frontiere di generi e tecniche. Si tratta di un festival incentrato sui burattini e non solo.
A inaugurarlo, mercoledì 19 luglio a Masarolis (ore 18.30), sarà il debutto di «Salamelecchi». A San Giovanni d’Antro, alle 21, «Il furioso Orlando».
La seconda giornata, giovedì 20 luglio, ruoterà intorno al cibo: se le giocolerie di Claudio e Consuelo, con la loro «Cucina errante» terranno banco a San Pietro al Natisone (dalle 11 al centro estivo), a Lase di Drenchia è in programma tutta una giornata dedicata agli orti nelle Valli, con passeggiata e visite agli orti di alcuni paesi guidate dagli stessi abitanti, a cura dell’associazione «Kobilja glava». E alle 21 ecco lo spettacolo «Orti insorti», al quale farà seguito la premiazione del miglior orto dei paesi coinvolti e l’epilogo succulento a tavola, con il minestrone cucinato nel corso dello spettacolo.
Venerdì 21 luglio il sipario si alza alle 17 a Bordon, con «Il principe bestia». Alle 18.30 a Grimacco Superiore «Dal paese dei balocchi». E alle 21.30, a Oculis «L’Archivio delle anime. Amleto».
Sabato 22 luglio, a Cicigolis (ore 21) «Tornerò fra le mie Valli». Il musicista e compositore Giovanni Dell’Olivo con il Collettivo di Lagunaria con la cantante Maria Bergamo ci accompagna attraverso «Cantare il fronte», un percorso fra i fronti della Grande guerra, in dialogo con il coro «Nediški puobi». Nel pomeriggio, alle 18.30 a Iesizza «Anima e coru», che mostra i trucchi dell’animazione e alza il velo sulle scene tipiche dell’azione burattinesca.
Domenica 23 luglio si parte alle 17.30, a Masseris, con le «Storie raccolte lungo un sentiero», di e con Luisa Battistig, omaggio alla tradizione delle Valli del Natisone, alle sue «krivapete», alle suggestioni di «balavanti» e «škrati». Racconti che si dipaneranno nel corso di una passeggiata circolare attraverso tre paesi: Masseris, Dus e Jelina. Alle 21, a Tercimonte, riflettori su «Giovannin senza paura».
Lunedì 24 luglio remake di «Cappuccetto rosso»: lo firma la compagnia slovena «Zapik gledališče», di scena alle 17 a Kobarid. Alle 18.30 a Clastra farà tappa una produzione CTA, «Cip cip bau bau». Alle 21.30 a Tribil Inferiore: «9841/Rukeli».
Martedì 25 luglio «Di là dal mare», in scena alle 18 a Clodig. Alle 21.30 a Prepotto «La grande guerra del sipario».
Nella giornata conclusiva, mercoledì 26 luglio, si parte alle 18 a Togliano con l’intramontabile «Il gran circo dei burattini».
Infine a Sorzento, alle 21.30, una dolcissima serata per chiudere il Festival: nel corso della performance «Pasticceri», ambientata in una cucina-laboratorio, i due protagonisti, Roberto Abbiati e Leonardo Capuano, sforneranno vere torte che saranno offerte al pubblico alla fine dello spettacolo.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento di giovedì, 13 luglio, hanno partecipato, oltre ai curatori del festival Roberto Piaggio e Fernando Marchiori, il consigliere regionale Vincenzo Martines e i sindaci di Stregna/Sriednje, Luca Postregna, San Pietro al Natisone/Špietar, Mariano Zufferli, Grimacco/Garmak, Eliana Fabello, Drenchia/Dreka, Francesco Romanut, e Prepotto/Prapotno, Mariaclara Forti.

V četartak, 13. luja so na konferenci za medije na regjonu v Vidne predstavili Festival Nediških dolin. Gre za lutkovni festival »Marionette e burattini nelle Valli del Natisone«, ki lani ga nie bluo, lietos pa se vrača v popunama novi oblieki.  Tela liepa prireditev bo od 19. do 26. luja v sedmih kamunah Nediških dolin (Dreka, Garmak, Podbuniesac, Sauodnja, Sriednje, Svet Lienart in Špietar), v Prapotnem, v Tovorjani in Kobaridu. Sevieda bojo v programu lutkovne predstave, pa bo tudi puno drugih reči. Program je parpravlo združenje Puppet FJK v sodelovanju z lutkovnim teatrom CTA in Gorice. Festival podperjajo dežela FJK in domači kamuni. V sriedo, 19. luja, bota lutkovni prestavi ob 18.30 v Mažeruolah in ob 21 v Landarju. V sriedo bojo na varsti posebni kuharji ob 11. v Špietru, in dan vartu v dreškim kamunu; spektakel bo ob 21. v Lazeh. V petak bojo tri lutkovne predstave: ob 17. par Bordonah, ob 18.30 v Gorenjem Garmaku in ob 21.30 v Nokulah. V saboto, 22. luja, bojo posebni pragami ob 18.30 v Ješičju o lutkovnem teatru in ob 21. v Ščiglah o parvi svetovni vojski. V nediejo, 23. luja, ob 17.30 bo par Mašere pohod, med katerim bo Luisa Battistig pravla pravce. Ob 21. bo na Tarčmunu lutkovna predstava.