2 marzo 2018 / 2. marec 2018

2. svetovna vojna v stripu (60)
La 2ª guerra mondiale a fumetti (60)

Moj dnevnik 30Lieta 1945  je končala druga svetovna vojska. Kar se je pred njo, med njo in po nji gajalo v Benečiji, je lazajnski famoštar g. Antonio Cuffolo (1889-1959) napisu v dnevnikah po slovensko in po italijansko. V drugi pregledani in dopunjeni izadaji, ki jo je urediu Giorgio Banchig, sta izšla par zadrugi Most lieta 2013.  Moreno Tomasetig je slovenski Cuffolu dnevnik spravu v strip , ki ga  v beneškoslovenskem dialektu obljavljamo v vsaki številki Doma. To je 60. nadaljevanje.

Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1959). In questa puntata. Il sacerdote apprende dalla radio che Hitler si è suicidato e commenta: «Il diavolo nero è andato da solo all’inferno». Il 2 maggio partigiani garibaldini e osovani occupano Cividale, attaccando dalle Valli del Natisone, da Rualis e Rubignacco. Gli osovani pretendono che sul municipio la bandiera italiana sventoli accanto a quella slovena. Una colonna inglese si dirige verso Brischis. L’esercito di liberazione jugoslavo ha occupato Trieste, Gorizia e Cormons. Subito dopo vi arrivano i reparti neozelandesi. Un grande numero di prigionieri tedeschi, tristi e con gli occhi bassi, da Bovec, Tolmin e Kobarid si dirige a piedi verso Cividale. Gli Alleati sostengono di avere catturato già oltre mezzo milione di tedeschi. L’8 maggio 1945 segna la fine della guerra in Europa. (60 – continua)

oglej si prejšnjo 59. nadaljevanje

guarda la precedente 59ª puntata