13 ottobre 2017 / 13. oktober 2017

2. svetovna vojna v stripu (57)
La 2ª guerra mondiale a fumetti (57)

Moj dnevnik 57Lieta 1945  je končala druga svetovna vojska. Kar se je pred njo, med njo in po nji gajalo v Benečiji, je lazajnski famoštar g. Antonio Cuffolo (1889-1959) napisu v dnevnikah po slovensko in po italijansko. V drugi pregledani in dopunjeni izadaji, ki jo je urediu Giorgio Banchig, sta izšla par zadrugi Most lieta 2013.  Moreno Tomasetig je slovenski Cuffolu dnevnik spravu v strip , ki ga  v beneškoslovenskem dialektu obljavljamo v vsaki številki Doma. To je 57. nadaljevanje.

Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1959). In questa puntata. Il 27 aprile 1945 i partigiani jugoslavi sono nei pressi di Trieste, mentre gli alleati dei tedeschi si concentrano attorno a Gorizia per difendersi. I fascisti valligiani per salvarsi si alleano con i banditi del «Rauberkommando» e formano il battaglione «Matajur». Gli alpini repubblichini di San Pietro al Natisone tolgono la camicia nera e vanno con i partigiani osovani, trasformadosi da sconfitti in vincitori. Il 29 aprile don Cuffolo scrive dei gerarchi fascisti in fuga verso la Svizzera, mentre lunghe colonne di soldati tedeschi puntano al Brennero con l’unico pensiero di tornare a casa. Radio Milano annuncia l’arresto di Mussolini e la sua condanna a morte, assieme ad altri esponenti del regime, da parte del tribunale del popolo. (57 – continua)

oglej si prejšnjo 56. nadaljevanje

guarda la precedente 56ª puntata